Allerta Meteo, violenta TEMPESTA MEDITERRANEA nel weekend: alto rischio ALLUVIONI e TORNADO, è allarme. Tutti i DETTAGLI

Allerta Meteo, allarme per il maltempo del weekend: rischio alluvioni Sabato al Nord/Ovest e Domenica al Sud, tutti i dettagli nelle previsioni di MeteoWeb

MeteoWeb

Allerta Meteo – La Tempesta del Weekend inizia a colpire il Nord/Ovest in modo particolarmente intenso in queste ore: piove sempre più forte a Genova, dove alcune aree della città (e, nello specifico, Oregina, Castelletto e Multedo) hanno appena superato i 70mm di pioggia giornalieri e soprattutto nel settore centro/orientale di Genova abbiamo 99mm a Sportiva Sturla e 76mm all’Ospedale San Martino. Prime forti piogge anche nell’alto Piemonte, dove sono caduti fino al momento 58mm a Pallanza sul Lago Maggiore, 50mm a Cicogna di Cossogno, 46mm a Oropa, 42mm a Cellio. Le temperature, nonostante il maltempo, sono aumentate considerevolmente dopo il freddo dei giorni scorsi: mentre scriviamo quest’articolo, ci sono +7°C a Cuneo e Biella, +8°C a Torino, +10°C ad Asti e Alessandria, +11°C a Genova, Savona e Imperia e lo scirocco che si alzerà impetuoso nelle prossime ore farà aumentare ulteriormente la temperature su tutto il territorio. Un altro elemento di grande pericolo per il weekend: è alto il rischio di una pesante alluvione al Nord/Ovest, tra Piemonte e Liguria, anche per lo scioglimento della neve caduta copiosa nelle scorse settimane sulle Alpi. Stavolta, infatti, nevicherà soltanto ad alte quote.

Allerta Meteo, ecco le MAPPE della paura: modelli drammatici per Sabato 23 Novembre – DETTAGLI

Ma andiamo con ordine. Nella notte la saccatura di origine nord Atlantica irromperà nel Mediterraneo occidentale attivando un forte richiamo caldo-umido sull’Italia e sull’Europa centrale:

Nella giornata di domani, Sabato 23 Novembre, avremo fenomeni di maltempo particolarmente violenti al Nord/Ovest, per tutto il giorno e in intensificazione nel corso della giornata. Piemonte e Liguria saranno le Regioni più colpite, con piogge alluvionali: cadranno in 24 ore oltre 400mm di pioggia ed è altissimo il rischio di esondazioni di molti fiumi e dei laghi del Nord/Ovest. Si verificheranno anche numerose frane e smottamenti, inevitabili a fronte di un simile apporto pluviometrico, mentre oltre i 1.500/1.600 metri di altitudine cadrà molta neve, addirittura due metri di neve fresca oltre i 1.800/2.000 metri. Sul versante estero delle Alpi, invece, e in modo particolare in Svizzera, i venti di foehn soffieranno ad oltre 140km/h provocando gravi danni e facendo impennare le temperature fino a +20°C.

Nel corso della giornata di Sabato, e in modo particolare nel pomeriggio, il vento di scirocco sarà impetuoso anche nel mar Tirreno e raggiungerà i 130km/h sull’arcipelago Toscano, provocando trombe d’aria dall’alto Lazio alla Liguria, e devastanti mareggiate sulle coste esposte a Sud.

Nella serata di Sabato il maltempo si estenderà anche al Sud, e contestualmente al Nord/Est. I primi temporali colpiranno la Sicilia meridionale, estendendosi nella notte allo Stretto di Messina. Proprio nella notte tra Sabato e Domenica nascerà sulla Sardegna il Ciclone Mediterraneo che alimenterà questa nuova violenta tempesta sull’Italia e poi, Lunedì 25 Novembre, anche in Grecia:

Nella giornata di Domenica 24 Novembre continuerà a piovere al mattino al Nord/Ovest, dove i fenomeni si esauriranno nel corso della giornata, ma sarà soprattutto una Domenica tempestosa in tutto il Centro/Sud. Nella notte e nelle prime ore del mattino avremo violenti temporali su Lazio e Campania, ma i fenomeni più estremi colpiranno la Sicilia orientale e la Calabria, anche qui con accumuli pluviometrici impressionanti, oltre 200mm di pioggia in meno di 8 ore. Anche al Sud, quindi, saranno inevitabili pesanti conseguenze alluvionali in molte località. Nel corso della giornata di Domenica, il maltempo risalirà il mar Jonio per concentrarsi sul Golfo di Taranto: i fenomeni più violenti colpiranno Calabria, Basilicata e Puglia, con il Salento flagellato da una tempesta di scirocco con raffiche a 150km/h, furiose mareggiate e tornado nelle stesse aree già in ginocchio per l’altro Ciclone Mediterraneo transitato il 12 Novembre, appena dieci giorni fa. Stavolta, oltre a vento e mareggiate, cadrà anche tantissima pioggia: con oltre 100150mm, il Salento andrà completamente sott’acqua con allagamenti diffusi e pesanti inondazioni.

Nella notte tra Domenica e Lunedì, il ciclone inizierà ad allontanarsi verso lo Jonio e la Grecia lasciando comunque strascichi di maltempo che sull’Italia meridionale si esauriranno appunto soltanto nei primi giorni della prossima settimana.

Consigliamo massima prudenza in tutte le zone a rischio, perchè sarà un fine settimana davvero molto pericoloso: la tempesta che colpirà l’Italia ha tutte le caratteristiche tipiche di un violento Uragano. Ecco, nel dettaglio, le nostre previsioni per Sabato e Domenica con l’indicazione delle zone a più alto rischio e i relativi fenomeni attesi:

allerta meteo italia weekend sabato 23 domenica 24 novembre meteoweb

Per monitorare la situazione, ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: