Emergenza incendi in Australia: 3 morti, decine di feriti, centinaia di abitazioni distrutte [FOTO]

Australia in emergenza per incendi senza precedenti: oggi si contavano ancora 87 focolai, tra questi 16 fuori controllo. Le immagini

  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
/
MeteoWeb

Gli incendi in Australia sono responsabili di almeno tre morti, decine di feriti e 150 abitazioni distrutte. Ormai si parla di “emergenza senza precedenti” in vaste aree della parte orientale dell’Australia. I media riferiscono di una vittima, trovata dai vigili del fuoco all’interno di un’auto incendiata vicino Glen Innes, a nord di Sydney. Nella stessa regione, una donna è stata tratta in salvo dai pompieri, ma è morta successivamente in ospedale. Sette persone mancano all’appello, avvertono i servizi di emergenza e le squadre di soccorso, che temono un aggravarsi del bilancio dei dispersi e dei morti. Una terza persona è stata confermata morta oggi: il suo corpo senza vita è stato rinvenuto all’interno di una casa completamente distrutta dalle fiamme nella città Johns River. I feriti sono diverse decine, tra loro anche 19 vigili del fuoco. Oggi si contavano ancora 87 focolai, tra questi 16 fuori controllo e due ad un livello di guardia. Secondo i dati dei vigili del fuoco, 150 abitazioni sono andate distrutte, un numero destinato a crescere non appena i vigili del fuoco saranno riusciti ad avere accesso a tutte le zone colpite. Le fiamme sono state alimentate dal forte vento e dalle temperature superiori a +35°C.