Maltempo, Coldiretti: danni all’agricoltura in Val di Cecina

"Al momento la situazione più difficile riguarda la Val di Cecina, dove l'esondazione in più punti del fiume Cecina ha coinvolto diversi campi coltivati

MeteoWeb

“Al momento la situazione piu’ difficile riguarda la Val di Cecina, dove l’esondazione in piu’ punti del fiume Cecina ha coinvolto diversi campi coltivati”. Lo rende noto la Coldiretti precisando che ci sono “numerose aziende completamente sott’acqua a Ponteginori, frazione del comune di Montecatini Val di Cecina (Pisa): almeno cinque di loro da anni inviano regolarmente richieste agli enti per la manutenzione, il dragaggio del fiume e la pulizia dei canali di scolo”. Secondo Coldiretti ci sono anche “decine di ettari seminati completamente allagati a Coltano (Pisa)” mentre la situazione “e’ rientrata a San Miniato (Pisa) dove l’Egola al momento e’ sotto controllo”. Infine, l’associazione degli agricoltori esprime “preoccupazione per la notte in Valdera e in zona Pisana, dove si attende la giornata di domani per un bilancio della situazione che si spera sia meno drammatico possibile”.

“Non faremo chiusure di scuole nel territorio comunale di Firenze, non ci sono gli estremi, il punto massimo di piena e’ gia’ trascorso”, ha annunciato il sindaco di Firenze e della Citta’ Metropolitana Dario Nardella, che oggi pomeriggio ha presieduto una riunione al Centro operativo della protezione civile del Comune e alla Sala della Protezione civile della Citta’ Metropolitana di Firenze. Per la prima volta e’ entrata in funzione la ‘cassa di espansione’ del Mensola. E’ stata riaperta l’autostrada A1 nel Valdarno direzione Roma, la strada di grande comunicazione Firenze-Siena, in direzione Firenze, all’altezza del Bargino, la Sp 72 a Lastra a Signa, la Sr2 a Falciani, riaperta la Ss 67 localita’ le Sieci. L’Unione dei Comuni Empolese-Valdelsa, a causa del codice rosso, ha disposto la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, nidi compresi per i comuni attraversati dall’Arno (Montelupo Fiorentino, Empoli, Cerreto Guidi, Capraia e Limite,Vinci, Fucecchio); chiusura soltanto delle scuole superiori per tutti gli altri. Si invitano i cittadini a non sostare sulle sponde dell’Arno per l’elevato rischio di scivolamento nel fiume e per possibili fenomeni di erosioni localizzati oltre che per non creare ostacoli agli eventuali interventi degli operatori. Inoltre si rinnovano i consigli della Protezione civile di “mettersi alla guida solo in caso di effettiva necessita’ e comunque di prestare la massima attenzione negli attraversamenti dei corsi d’acqua e nel transito delle zone depresse (sottopassi stradali, zone di bonifiche)”. E ancora “di evitare di attraversare le aree allagate, anche se apparentemente con poca acqua. Si invitano quindi i cittadini a seguire le indicazioni delle autorita’ di protezione civile e a tenersi aggiornati tramite i canali di informazioni istituzionali.