Morta dopo avvelenamento da funghi, gravi il marito e la sorella

Il bilancio di intossicazioni per aver mangiato funghi velenosi è di una vittima e due persone in gravi condizioni

MeteoWeb

Una donna di 49 anni è morta a Deux-Sèvres, in Francia, mentre due persone – la sorella e il marito della vittima – sono state ricoverate in ospedale in uno stato grave, per intossicazione dopo aver mangiato funghi velenosi, probabilmente amanita falloide. Il corpo della vittima è stato scoperto ieri da suo marito, nella loro casa a La Chapelle-Saint-Laurent. Il marito e la sorella sono stati inizialmente ricoverati in ospedale a Faye-L’abbesse, nel Deux-Sèvres, poi presso il centro antiveleni dell’ospedale universitario di Tours, dove si trovano in terapia intensiva, hanno confermato all’AFP le autorità sanitarie. La National Health Security Agency (ANSES) ha recentemente emesso un avviso la scorsa settimana, dopo un “forte aumento” di avvelenamento da funghi: 493 casi (incluso uno grave) denunciati in due settimane a ottobre in centri antiveleni. L’elevato “polimorfismo” dell’amanita falloide aumenta enormemente il rischio di confusione con altre specie congeneri o con specie di generi differenti di Amanita.