La tempesta “Amélie” colpisce la Francia: venti a 149 km/h, 100mila case senza elettricità

Francia: i dipartimenti più colpiti dalla tempesta "Amélie" sono i Pirenei Atlantici, le Landes, la Gironda e la Dordogna

MeteoWeb

Circa 100mila utenze sono rimaste senza corrente elettrica questa mattina nel sud-ovest della Francia a causa dell’ondata di maltempo e dei forti venti che hanno investito la regione.
I dipartimenti più colpiti dalla tempesta “Amélie” sono i Pirenei Atlantici, le Landes, la Gironda e la Dordogna.

Secondo Météo France, durante la notte si sono registrati venti a 149 km/h sulla costa di Cap Ferret (Gironda), a 146 km/h a Belle-Ile, e a 124 km/h a Saint-Cle’ment des Baleines sull’Ile de Re’ (Charente-Maritime), e 121 km/h a Biscarosse (Landes). Quindici dipartimenti sono in allarme arancione.
Le Alpi Marittime e la Corsica sono colpite in queste ore da tempeste, piogge e inondazioni.

Sulla costa atlantica, colpita nella seconda metà della notte, i vigili del fuoco hanno effettuato diverse centinaia di operazioni nelle Landes, Charente-Maritime e Pyrénées-Atlantiques, principalmente per la caduta di alberi sui binari, cavi elettrici a terra e vari oggetti a rischio crollo. Diverse vie di comunicazione, soprattutto quelle secondarie, sono state bloccate, inondate o ostruite da alberi caduti. A Marignane, vicino a Marsiglia, alcuni quartieri sono stati temporaneamente privati dell’elettricità e hanno fatto registrare 50 mm di acqua in 3 ore.
Nelle Alpi Marittime, gli interventi per i locali allagati si sono concentrati a Nizza: qui i vigili del fuoco hanno effettuato decine di interventi in un’ora, il più notevole dei quali è stato il salvataggio di 13 persone.