Ultraleggero precipitato in Val d’Ossola: condizioni dei feriti stazionarie ma gravi

Ultraleggero precipitato: le condizioni dei feriti, ritenute gravi, sono in leggero miglioramento. Numerosi i traumi e le fratture riportate

MeteoWeb

Sono stazionarie ma gravi le condizioni delle due persone ferite nell’incidente aereo di ieri mattina in Val d’Ossola. I due erano a bordo di un ultraleggero ‘Firefox’ caduto sulle rive del fiume Toce, nel territorio del comune di Pieve Vergonte (VCO). Causa dell’incidente forse per un problema al motore. Gilberto Capparella, dirigente di polizia in servizio alla questura di Verbania, e Giovanni Fornaroli, commercialista ed ex sindaco di Domodossola, sono ricoverati all’ospedale Maggiore di Novara. Capparella era stato trasferito in elicottero subito dopo l’incidente, Fornaroli, invece, è stato portato alle 21 di ieri sera dopo un primo ricovero al San Biagio di Domodossola. Le loro condizioni, ritenute gravi, sono in leggero miglioramento. Numerosi i traumi e le fratture riportate nell’impatto del velivolo a terra. Sull’accaduto indaga la Procura della Repubblica di Verbania. L’ultraleggero era decollato poco prima dalla pista di Megolo, frazione di Pieve Vergonte, dove sorge un campo di volo realizzato pochi anni fa e utilizzato per interventi di emergenza.