La velocità media dei venti nel mondo è aumentata del 7%

I ricercatori hanno studiato i record di velocità del vento rilevati tra il 1978 e il 2017 in oltre 1.400 stazioni meteo

MeteoWeb

Una ricerca realizzata da un team dell’Università di Princeton ha rilevato che negli ultimi 9 anni la velocità dei venti è aumentata in media del 7%. Ci sarebbe inoltre più energia nell’aria, soprattutto alle basse quote e nell’emisfero settentrionale.
I risultati dello studio, pubblicati su Nature Climate Change segnano un’inversione del modello dei venti in declino nelle suddette regioni dagli anni ’80, un fenomeno noto come quiete terrestre globale.
I ricercatori hanno studiato i record di velocità del vento rilevati tra il 1978 e il 2017 in oltre 1.400 stazioni meteo, centrandosi su Nord America, Europa e Asia, aree in cui l’energia eolica è in aumento.
Estendendo i risultati alla generazione di energia elettrica attraverso impianti eolici, gli studiosi hanno scoperto che una tipica turbina avrebbe prodotto circa il 17% in più di energia nel 2017 rispetto al 2010 e usando gli indici climatici per proiettare le future velocità del vento, hanno previsto un 37% di aumento entro il 2024.