Venezia, Brugnaro commissario per l’emergenza. Borrelli: “Dovrà redigere piano interventi”

Angelo Borrelli ha firmato l'ordinanza della nomina del sindaco Luigi Brugnaro a commissario delegato per la gestione dell'emergenza maltempo

MeteoWeb

Il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli ha annunciato di aver firmato l’ordinanza con la quale ha formalizzato la nomina del sindaco Luigi Brugnaro a commissario delegato per la gestione dell’emergenza maltempo. “L’ordinanza prevede oltre alla nomina del commissario” anche il compito “di redigere un piano di interventi – ha sottolineato Borrelli -. In questa fase sono stati stanziati 20 milioni di euro dal Consiglio dei Ministri per l’adozione dei primi provvedimenti urgenti che riguardano le voci di soccorso e assistenza alla popolazione, il ripristino della funzionalità dei servizi che sono stati danneggiati a causa della marea“, ha concluso.

Venezia, Borrelli: “Dal governo risposta tempestiva”

Il governo ha dato una risposta assolutamente tempestiva anche rispetto al passato”, ha sottolineato il Capo della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli nel corso di conferenza stampa in comune, con il sindaco Luigi Brugnaro nominato Commissario delegato per l’emergenza di Venezia. “La misura che prevede lo stanziamento di 5 mila euro per i privati e 20 mila per gli esercizi pubblici è un risultato conseguito con grande tempestività“, ha tenuto a ribadire.

Venezia, Borrelli: “Sospensione mutui per un anno”

Venezia

Ci sarà una sospensione dei mutui per un anno per i veneziani che hanno subito danni. E’ questa una delle misure che rientra nell’ordinanza firmata oggi dal capo della protezione civile Angelo Borrelli. “L’ordinanza – ha spiegato Borelli – prevede anche contributi per l’autonoma sistemazione a coloro i quali hanno dovuto lasciare l’abitazione, fino alla bonifica delle case”. “Soprattutto prevede una ricognizione complessiva dei fabbisogni per il ristoro dei danni – ha spiegato – e il premier Conte ha annunciato lo stanziamento di 5 mila euro per i privati e 20 mila euro per le attività produttive e le attività sociali di culto. Queste misure – ha sottolineato- dei 5 e 20mila euro sono un’assoluta novità. In passato i tempi erano molto lunghi per il ristoro dei danni, ci voleva un anno e mezzo, due. Per i danni che superano queste cifre ci sarà una fase due“.  C’è anche un contributo per chi è costretto momentaneamente fuori casa a causa dell’acqua alta – da 400 a 900 euro mensili – nell’ordinanza per Venezia della Protezione Civile. I contributi ai nuclei familiari che trovano autonomamente una sistemazione abitativa (400 euro per un solo componente, 500 per due, 700 per tre, 800 per quelli con quattro, fino a un massimo di 900 mensili) sono alternativi alla fornitura gratuita di alloggi da parte dell’amministrazione regionale, provinciale o comunale.

Venezia: 700 interventi portati a termine dai vigili del fuoco

Proseguono gli interventi dei vigili del fuoco nella laguna di Venezia per l’acqua alta: 700 quelli sinora portati a termine.