Cina: ha condotto ricerche genetiche illegali, arrestato scienziato

Ricercatore cinese condannato a tre anni di carcere per aver condotto ricerche genetiche illegali su embrioni umani

MeteoWeb

Il ricercatore cinese He Jiankui è stato condannato a tre anni di carcere per aver condotto ricerche genetiche illegali su embrioni umani: lo riporta Global Times.
Nel novembre 2018 il genetista aveva annunciato la nascita dei primi bambini geneticamente modificati (per ottenere l’immunizzazione dall’HIV).

Secondo una breve nota pubblicata dall’agenzia di stampa  Xinhua, il ricercatore dovrà anche pagare una multa di 3 milioni di yuan (l’equivalente di circa 384mila euro). L’agenzia dà notizia della sentenza emessa da un tribunale di Shenzhen, ma non aggiunge ulteriori dettagli sulla difesa dello scienziato.