Maltempo Campania, situazione critica per esondazioni e smottamenti: frana nel Casertano travolge un’auto

Pioggia e vento stanno creando disagi alla popolazione in Campania: situazione critica tra esondazioni, frane e smottamenti

MeteoWeb

Il maltempo continua a colpire la Campania. Una frana è caduta sulla strada provinciale 328, nel comune di Rocca d’Evandro, nell’Alto-Casertano, e alcuni detriti sono finiti su un’auto in transito. All’interno vi erano due persone che sono riuscite a mettersi in salvo uscendo da sole dalla vettura. La strada – rendono noto i vigili del fuoco di Caserta, intervenuti sul posto – presenta altre zone critiche, ed è stata chiusa al transito per le necessarie verifiche.

Maltempo Campania: smottamenti in costiera amalfitana

Il maltempo sta creando notevoli disagi in Costiera Amalfitana, nel salernitano. Il territorio già colpito dalla precedente ondata di maltempo, è stato interessato da ulteriori smottamenti. Una frana si è verificata tra Maiori e Minori, inibendo così la circolazione stradale. Allerta ad Atrani dove si monitora il torrente Dragone. Una colata di fango ha invaso via Vecchia Chiunzi a Maiori mentre alcuni smottamenti si sono verificati anche a Ravello. Le avverse condizioni meteo che sono in atto sulla Campania stanno determinando situazioni critiche in diverse zone del territorio. La Protezione civile della Regione Campania sta coordinando le attività inviando tecnici e volontari nelle numerose aree interessate da fenomeni di dissesto idrogeologico.

In particolare, nelle ultime ore, risultano compromesse alcune aree della Costiera amalfitana: una frana sta interessando via della Repubblica, in corrispondenza del costone al di sotto del comune di Ravello: al momento, non vengono segnalati feriti o danni a cose, ma i vigili del fuoco stanno provvedendo a fare evacuare i cittadini della zona. A Scala ed Atrani si monitorano costantemente le condizioni del torrente Dragone: il sindaco del Comune di valle, Luciano De Rosa, ha firmato un’ordinanza per invitare i cittadini a non sostare nei piani bassi degli edifici e ha liberato via dei Dogi in via precauzionale.

Anche a Forino risulta nuovamente allagata la frazione Celzi dove squadre di Protezione civile stanno provvedendo all’allontamento della popolazione dalle zone a rischio. In valle Caudina sono in atto interventi da parte della Sma Campania coordinati dalla Protezione civile regionale. Criticità sono segnalate anche a Roccabascerana, Serino, Cervinara. Varie frane stanno interessando i comuni del Casertano di Rocca D’Evandro, Roccamonfina e Teano. In provincia di Napoli, oltre agli interventi in atto da questa mattina a Castellammare, Giugliano e Lago Patria, altri allagamenti si registrano nel comune di Poggiomarino. Il direttore della Protezione civile regionale, Italo Giulivo, tiene costantemente informato il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, che sta seguendo l’evolversi della situazione anche attraverso gli uffici del Gabinetto. La sala operativa e il Centro Funzionale della Protezione civile sono, come sempre, attivi in h24 e raccomandano alle autorità competenti di tener conto dell’allerta Arancione in vigore fino alle 23.59 di domani sera e della situazione del territorio già fortemente compromessa dalle piogge di queste ore.

A Minori, Amalfi, Cetara, la situazione è critica per una esondazione che sta interessando il centro cittadino. In Prefettura, a Salerno, è stato attivato il Centro coordinamento Soccorsi al quale prenderà parte anche il vicepresidente della Giunta regionale, Fulvio Bonavitacola, insieme alla Protezione civile della Regione Campania. I collegamenti con la Costiera sono già compromessi dalla frana della settimana scorsa a Maiori. Il direttore generale della Protezione civile, Italo Giulivo, ha provveduto a contattare i sindaci dei Comuni della Costiera Amalfitana interessati dai temporali di queste ore, al fine di predisporre le azioni necessarie a supporto delle Amministrazioni comunali e degli enti già attivi. Sono diverse le situazioni segnalate alla Protezione civile in tutta la Campania. Chiusa l’autostrada A3 all’uscita di Caianello. A Visciano, in provincia di Napoli, per la rottura degli argini di un alveo si sono determinate esondazioni che hanno reso necessario far evacuare alcune famiglie.

Maltempo Campania: nel Sannio disagi per le esondazioni dei fiumi

Pioggia e vento stanno creando disagi alla popolazione e alla circolazione stradale nel Sannio. La pioggia insistente delle ultime ore sta facendo salire velocemente i livelli dei fiumi, come il Sabato, il Titerno ed il Calore. I maggiori disagi si stanno registrando a Limatola dove sono esondati alcuni torrenti e ci sono degli allagamenti in corso, e nel comune di Montesarchio, dove ha esondato il torrente Tesa. Numerose le richieste di intervento ai vigili del fuoco di Benevento per allagamenti e smottamenti che creano disagi alla circolazione stradale sulle arterie stradali principali come è accaduto sulla SS372, denominata Benevento-Caianello, chiusa all’altezza di Dragoni (Caserta) per allagamenti e smottamento. Interrotta la strada provinciale 112 che collega Sant’Agata de’ Goti a Durazzano per una frana. Per quest’ultimo comune l’arteria è l’unica via di collegamento con la provincia sannita. Straripati anche gli argini del  Biferchia, affluente del Volturno che attraversa Limatola.

Maltempo Campania, a Limatola esonda il Volturno: “Qualcuno ci deve aiutare”

A Limatola la situazione è davvero complicata. Il fiume Volturno è esondato. Siamo all’opera con la nostra protezione civile e con l’aiuto dei cittadini ma da soli non ce la facciamo. Qualcuno ci deve aiutare“. E’ l’appello che il sindaco di Limatola lancia attraverso l’Adnkronos. “Qui è tutto ricoperto – aggiunge -: campi, strade, ci sono smottamenti. E’ davvero una situazione complicata”. “Stiamo fronteggiando la grave emergenza maltempo da soli, con il solo sostegno dei vigili urbani, dei volontari della Protezione civile locale “Fides” e dei nostri concittadini. Una situazione – afferma il sindaco – che si e’ aggravata in seguito allo straripamento del corso d’ acqua Tiso, ramo che è di competenza del Genio civile. Spiace a riguardo segnalare che più volte avevamo segnalato all’Ufficio la necessità di intervenire al fine di una adeguata attività di manutenzione. Purtroppo senza ricevere interventi concreti”. “Intanto – conclude Parisi – stiamo fronteggiando questa emergenza, che non ha precedente alcuno nella nostra realtà, con mezzi locali e con l’opera degli uomini del posto ai quali rivolgo un ringraziamento per l’impegno e l’alto senso civico profusi”. “Siamo al cospetto di una situazione estremamente grave. Chiederemo lo stato di calamità“.

Maltempo Benevento, Mastella: “Finora nessun problema”

Allerta meteo arancione prorogata fino alle ore 23.59 di domenica. Siamo tutti vigili e prestiamo attenzione. Chi è a ridosso dei fiumi, senza allarmismo, segnali eventuali variazioni di salita delle acque. I volontari della protezione civile , bravissimi e generosi, inviati a controllare il torrente Serretelle in zona Epitaffio , sono in contatto con me e mi tengono informato. Nessun problema ad ora. Così sulla sua pagina facebook il sindaco di Benevento, Clemente Mastella.

Maltempo: frane e torrenti gonfi in Campania

Frane e smottamenti si registrano soprattutto tra Ravello, Scala, Pontone, Maiori e Minori, nel Salernitano, e i carabinieri invitano a non uscire se non strettamente necessario. A Pontecagnano, straripato il fiume Picentino. A Montecorvino Rovella, chiuse al traffico la strada provinciale 28/b nel tratto Torello/Rovella per frana e le strade comunali nella frazione San Vito località Le Caterine nei pressi del torrente Lama (via Pescara e via Perugia). La cittadinanza è invitata ad allontanarsi da ogni corso d’acqua ed a limitare al massimo gli spostamenti. A Scala, in zona Lama di Priso, strada chiusa al traffico veicolare e pedonale. A Pontone, strada parzialmente percorribile solo in caso di stretta necessità, e dal Comune invitano a non uscire di casa e a non utilizzare mezzi di trasporto. Grosso smottamento in località Torella. A Battipaglia la Protezione civile è al lavoro per il livello di guardia raggiunto dal fiume Tusciano, già straripato su alcuni punti; via Clarizia chiusa al transito sia pedonale che veicolare. A Ravello un nuovo smottamento si registra in prossimita’ della Galleria Nuova (versante Scala) lungo il tratto di strada che conduce al bivio Ravello-Scala. I mezzi sono nuovamente al lavoro. A Sapri gli eventi in programma stasera presso l’auditorium comunale e la Casa del Buon Pastore sono annullati.

Maltempo, ore difficili in Val Caudina: esondato il fiume Isclero a Cervinara

Ore difficili in Valle Caudina, in provincia di Avellino, dove il maltempo, caratterizzato da piogge abbondanti e forti venti, ha fatto scattare lo stato di allerta in numerosi Comuni. Insediati in permanenza i Coc, (Centri operativi comunali) di Protezione Civile. Particolarmente preoccupante la situazione a Cervinara dove l’esondazione del fiume Isclero ha invaso e bloccato la strada che collega a Montesarchio, in provincia di Benevento. Nel primo pomeriggio e’ arrivata anche una colonna mobile della Protezione Civile ed un nucleo di tecnici inviati dal Genio Civile. Si monitora l’ evoluzione meteorologica anche a Roccabascerana e Forino, dove la frazione di Celzi e’ stata completamente allagata. Disagi anche ad Avellino dove e’ stata disposta la chiusura di parchi, villa comunale e impianti sportivi. Il vento ha abbattuto diversi alberi in alcune zone della citta’ e divelto lamiere e tegole senza per fortuna causare danni alle persone.

Siamo operativi dalle 8 di questa mattina, la situazione va complicandosi. Il fiume Isclero ha esondato e con esso il torrente Tese, le fognature non riescono a recepire l’acqua che si sta riversando in strada e nelle case“. Lo ha dichiarato all’Adnkronos il sindaco di Airola, Michele Napoletano. “Stamattina – ha aggiunto – ho dovuto prendere alcuni trattori di mia proprietà per liberare un camion pieno di carni appena macellate che era rimasto intrappolato nel fango e per portare in salvo le persone che erano a bordo”. Le criticità riguardano, per ora, le aree del paese vicino ai fiumi e non il centro. “Ho invitato tutti i cittadini a non uscire di casa – ha concluso Napoletano – per proteggere la loro incolumità“.

Maltempo, smottamenti a Sant’Agata de’ Goti: “Per ora tutto sotto controllo”

Ci sono stati vari smottamenti sul territorio per via delle piogge incessanti di questi giorni, ma li teniamo sotto controllo e, per adesso, la viabilità è assicurata”. Lo dichiara all’Adnkronos il sindaco di Sant’Agata de’ Goti, Giovanna Piccoli. “Abbiamo rimosso anche le piccole frane che ricadevano sull’area di competenza della provincia – aggiunge il primo cittadino – Siamo in allerta e pattugliamo il territorio con l’ufficio tecnico e la nostra protezione civile”. 

Maltempo, Coldiretti Campania: “Gravi danni per campi allagati”

Le abbondanti piogge delle ultime ore tornano a far paura nelle campagne. Lo comunica la Coldiretti Campania, raccogliendo segnalazioni da tutta la regione. Preoccupa tutta l’asta fluviale del fiume Volturno, sia soprattutto in provincia di Caserta. Nell’Alto Casertano una vasta area agricola tra Pietravairano e Pietramelara e’ sott’acqua, compromettendo i foraggi destinati agli allevamenti. Nel Basso Casertano, tra Cancello Arnone e Villa Literno, ancora una volta sono esondati i Regi Lagni allagando i campi e le strade per lunghi tratti. Nel beneventano, mentre destano allarme il Sabato e il Calore, molto ingrossati e minacciosi, si segnalano allagamenti nei pressi di Montesarchio in localita’ Varoni e si guarda con apprensione al Volturno in zona Limatola. Sempre in valle Caudina, tra le province di Avellino e Benevento, e’ il fiume Isclero ad aver allagato i campi. In provincia di Salerno il fiume Lambro e’ uscito dagli argini e ha invaso i terreni nella zona di Palinuro.

Maltempo, riaperta la statale Telesina ad Alvignano

E’ stato riaperto a senso unico alternato il tratto della strada statale 372 ‘Telesina’ chiuso per allagamento alcune ore fa al km 25,500 in localita’ Alvignano, in provincia di Caserta, in entrambe le direzioni. Lo comunica l’Anas.