Cicloni, uragani, terremoti e tsunami: i 10 peggiori disastri naturali del decennio 2010-2019

Cicloni, terremoti, tsunami, vulcani, tornado, sono tutti fenomeni con cui l’umanità deve fare i conti sul pianeta Terra: i 10 disastri naturali peggiori dell'ultimo decennio

MeteoWeb

L’ultimo decennio, quello dal 2010 al 2019, è stato molto tumultuoso  dal punto di vista dei disastri naturali. Cicloni, terremoti, tsunami, vulcani, tornado, sono tutti fenomeni con cui l’umanità deve fare i conti sul pianeta Terra, in continua agitazione. Questi disastri naturali spesso provocano danni catastrofici e ci ricordano che tutto può cambiare in pochi minuti e senza che ci sia stato un preavviso. Ecco i 10 peggiori disastri naturali che si sono verificati nel mondo dal 2010 al 2019.

1. Terremoto di Haiti (2010)

Il terremoto che ha colpito Haiti il 12 gennaio del 2010 ha avuto magnitudo 7.0 ed epicentro a circa 25km dalla capitale Port-au-Prince, con 52 repliche di magnitudo pari o superiore a 4.5 nelle due settimane successive. Il bilancio governativo ufficiale delle vittime stima la morte di 220.000-316.000 persone, con altri 3 milioni di persone colpite. Il terremoto ha distrutto 250.000 case, 316.000 edifici commerciali e provocato 8,5 miliardi di dollari di danni.

2. Terremoto e tsunami di Tohoku (2011)

disastro tsunami giapponeIl terremoto di Tohoku è stato un megathrust sottomarino di magnitudo 9.1 che si è verificato al largo della costa di Tohoku l’11 marzo del 2011. È stato il terremoto più potente mai registrato in Giappone e il 4° più potente nel mondo. Il sisma ha provocato enormi onde di tsunami che hanno raggiunto altezze di 40 metri e ucciso 15.898 persone, ferendone altre 6.000. I danni assicurati sono stati stimati in 34,6 miliardi di dollari, con la Banca Mondiale che ha stimato il costo economico in 235 miliardi di dollari, che rendono il terremoto di Tohoku il disastro naturale più costoso della storia.

3. Tifone Bopha (2012)

Il tifone Bopha ha compiuto il landfall come super tifone di categoria 5 con venti di 280km/h ed è stato il ciclone tropicale più forte mai registrato ad aver colpito l’isola Mindanao delle Filippine. Ha distrutto case, bloccato le comunicazioni, sradicato alberi, causato blackout e alluvioni, lasciando migliaia di persone senza casa e uccidendone 1.901. I danni sono stati stimati in 1,16 miliardi di dollari.

4. Tifone Haiyan (2013)

Il tifone Haiyan è stato uno dei più potenti cicloni tropicali registrati nella storia umana. Dopo aver compiuto il landfall, è diventato anche il tifone delle Filippine più mortale mai registrato. Il tifone, che ha portato venti di 230km/h, ha toccato terra a Guiuan il 7 novembre del 2013 e ha ucciso oltre 6.300 persone. Ha colpito anche il Vietnam come forte tempesta tropicale il 10 novembre e secondo le stime delle Nazioni Unite, si crede che abbia colpito 11 milioni di persone.

5. Terremoto di Ludian (2014)

Il terremoto di Ludian che ha colpito l’omonima contea dello Yunnan, in Cina, ha avuto magnitudo 6.1 e ha ucciso almeno 617 persone, ferendone altre 2.400. Ha distrutto 12.000 case, danneggiandone altre 30.000, e prodotto danni per 6 miliardi di dollari. A causa del sisma, il governo cinese ha allestito oltre 2.000 tende, 3.000 brandine e 3.000 culle per fornire riparo agli sfollati.

6. Terremoto in Nepal (2015)

i-Images/LaPresse

Il terremoto del Nepal che ha colpito vicino Gorkha il 25 aprile del 2015 ha avuto magnitudo 7.8 ed è stato uno dei disastri naturali peggiori del Paese dal terremoto del 1934. Ha ucciso quasi 9.000 persone e ferito altre 22.000, innescando anche un’enorme valanga sul Monte Everest che ha provocato la morte di altre 21 persone. Una grande replica, di magnitudo 7.3, ha colpito il 12 maggio, provocando la morte di altre 200 persone e il ferimento di altre 2.500. I danni sono stati stimati in 10 miliardi di dollari, circa il 50% del PIL nominale del Nepal.

7. Terremoto in Ecuador (2016)

LaPresse/Reuters

Il terremoto dell’Ecuador, che si è verificato il 16 aprile del 2016 a 177km dalla capitale Quito, ha avuto una magnitudo di 7.8. Ha causato gravi danni nella provincia di Manabi e distrutto il quartiere commerciale Tarqui di Manta, che aveva una popolazione di circa 830.000 persone. Almeno 676 vite sono state spezzate dal sisma e altre 16.600 persone sono rimaste ferite. 13.500 soldati sono intervenuti nelle operazioni di recupero.

8. Uragano Maria (2017)

LaPresse/Reuters

L’uragano Maria è stato un uragano di categoria 5 che ha devastato la Repubblica Dominicana, le Isole Vergini e Porto Rico dopo aver toccato terra nella Repubblica Dominicana il 18 settembre del 2017. I venti a 280km/h hanno provocato una distruzione catastrofica e ucciso 3.100 persone. Le perdite totali sono stimate in 91,61 miliardi di dollari. L’uragano Maria è considerato come il peggior disastro naturale nella storia registrata a colpire queste isole.

9. Terremoto e tsunami di Sulawesi (2018)

AFP/LaPresse

Il 28 settembre del 2018 una serie di scosse premonitrici, la più grande delle quali ha avuto magnitudo 6.1, ha preceduto un terremoto di magnitudo 7.5 che ha colpito la Penisola di Minahasa in Indonesia, innescando uno tsunami che ha spazzato via case ed edifici sulla costa. Gli effetti combinati dei due eventi hanno portato alla morte di circa 4.300 persone, rendendolo il terremoto più mortale dell’anno e il più mortale a colpire il Paese dal terremoto di Yogyakarta del 2006.

10. Ciclone Idai (2019)

ciclone idaiIl ciclone Idai ha portato venti di 175km/h e ha provocato gravi inondazioni in Madagascar, Mozambico, Malawi e Zimbabwe. Ha ucciso almeno 1.300 persone e colpito altri 3 milioni. L’epidemia di colera che ne è derivata ha provocato oltre 4.000 casi confermati. I danni totali sono stati stimati in almeno 2,2 miliardi di dollari. Idai è stato uno dei peggiori cicloni tropicali mai registrati a colpire l’Africa e l’emisfero meridionale.