Allarme Listeria: nota catena di supermercati ritira formaggio dagli scaffali, problemi di salute in caso di consumo

L’articolo non può essere consumato e può essere restituito dai clienti. Il prezzo d’acquisto sarà rimborsato anche in assenza dello scontrino di cassa

MeteoWeb

E’ stata rilevata presenza di Listeria monocytogenes in alcune confezioni dei lotti 21324, 21324A, 21324N del formaggio DOP, Puzzone di Moena. La nota catena di supermercati ALDI ha dunque richiamato le confezioni del formaggio a marchio “Regione che Vai” del fornitore Trentin S.p.A. La presenza di Listeria monocytogenes è stata riscontrata da ALDI durante un controllo di routine da un laboratorio accreditato, si legge in una nota odierna della catena dei supermercati, secondo cui non si possono escludere problemi di salute in caso di consumo. Si è deciso dunque per un ritiro a titolo preventivo del fornitore Trentin S.p.A. e ALDI che hanno provveduto al richiamo del prodotto per garantire la tutela del consumatore.

Ad essere incriminata è la confezione da 200 g la cui vendita è stata bloccata. L’articolo, come spiega Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, non può essere consumato e può essere restituito dai clienti in tutte le filiali ALDI. Il prezzo d’acquisto sarà naturalmente rimborsato anche in assenza dello scontrino di cassa. Per ulteriori informazioni ALDI ha attivato un servizio hotline raggiungibile al seguente numero: +39 800 370 370 (lun-ven 08:30-17:00, sab 08:00-14:00). ALDI si scusa per i disagi recati alla clientela. Quest’articolo è stato in vendita in tutte le filiali ALDI.