In una mano un bicchiere bio e nell’altra uno smartphone: i finti ambientalisti e l’ipocrisia moderna

L'unico modo per condurre una “vita a zero emissioni” sarebbe quella di andare a vivere insieme ad una della circa cento popolazioni che vivono ancora oggi allo stato primitivo

MeteoWeb

Il mondo, all’improvviso, si è riscoperto ambientalista. Nel 2020, quando ormai correre ai ripari è impossibile, c’è chi ha deciso di fare un salto indietro nel tempo e di tornare ad agire come si faceva un tempo: tutto naturale, tutto bio, tutto senza plastica, tutto a zero emissioni. Ma è davvero possibile? Chiaro che no, e non è possibile perché l’unico modo per condurre una “vita a zero emissioni” sarebbe quella di andare a vivere insieme ad una della circa cento popolazioni, perlopiù concentrate in Perù, Brasile, Colombia, Bolivia, Ecuador, Paraguay, India e Papua, che vivono ancora oggi allo stato primitivo. Ma primitivo davvero, non del tipo radical chic tanto caro ai nostri finti ambientalisti.

Ironia? Forse un po’, ma più che altro realtà: il business dei prodotti biologici ne è la prova. Il business del “plastic free” anche. Rispettare l’ambiente è un imperativo indispensabile per la nostra epoca, ma la misura è quanto mai necessaria, come sempre. Pensare di poter eliminare dalle nostre vite la modernità è impensabile e anche costoso, andando così ad escludere e ad emarginare ancora di più tutta una parte della società che non può permettersi di spendere diverse centinaia di euro in più al mese per portare a casa una spesa completamente bio.

Che fare dunque? Consumismo a iosa? No, ovviamente. Le soluzioni praticabili sono numerose, dall’evitare gli sprechi all’imparare a leggere le etichette, dal prediligere piccoli negozi invece che grandi catene al fare la raccolta differenziata in maniera corretta. Misura, dunque, è la parola giusta. Perché la plastica, ormai, non la elimineremo mai tutta dalle nostre vite. E nemmeno i prodotti industriali in genere. E il fatto che chi beve in un bicchiere bio abbia nell’altra mano uno smartphone lo dimostra.