Brasile: sei neonati indios morti a causa di acqua contaminata

e vittime, tutte di età inferiore a un anno, appartenevano a famiglie che vivono temporaneamente in canoe vicino al porto di Atalaia do Norte

MeteoWeb

Nel giro di poche settimane nell’Amazzonia brasiliana sono morti sei neonati indigeni a causa dell’ingestione di acqua contaminata: a darne notizia è il Distretto speciale indigeno di Vale do Javarì, una riserva situata nell’entroterra dello Stato di Amazonas. Le vittime, tutte di età inferiore a un anno, appartenevano a famiglie che vivono temporaneamente in canoe vicino al porto di Atalaia do Norte, dove manca l’acqua potabile, a circa mille chilometri dalla capitale, Manaus.Il porto di Atalaia do Norte e’ un posto molto insalubre e i bambini hanno perso la loro resistenza immunitaria” dopo essere stati nelle canoe per diversi giorni, ha detto il coordinatore del Distretto sanitario, Jorge Duarth. Alcune di queste famiglie sarebbero arrivate da villaggi situati lungo il fiume Itacoai’ per ricevere la Bolsa Familia, un sussidio statale per i cittadini a basso reddito. Rappresentanti della Fondazione nazionale dell’indio (Funai) ed operatori sanitari hanno formato un gruppo di emergenza per disinfettare l’area dove le canoe sostano in attesa della Bolsa Familia, il cui pagamento e’ in ritardo.