Disastro aereo in Iran, Teheran insiste: “Non è stato colpito da un missile”

MeteoWeb

Quello che posso dirvi è che l’aereo non è stato colpito da un missile“: lo ha affermato il capo dell’Ente iraniano per l’Aviazione civile, Ali Abedzadeh, in occasione di una conferenza stampa trasmessa dall’iraniana Press Tv in riferimento all’incidente verificatosi mercoledì, costato la vita a 176 persone a bordo di un Boeing 737 dell’Ukraine International Airlines. “Non hanno alcun valore commenti su quello che è accaduto prima di ascoltare e analizzare i dati delle scatole nere“, ha proseguito Abedzadeh.

Respinte dunque le accuse giunte da alcuni Paesi occidentali, tra cui il Canada e il Regno Unito, secondo cui il velivolo sarebbe stato abbattuto da un attacco missilistico iraniano.

In condizioni normali siamo in grado di analizzare i dati delle scatole nere – ha detto ancora Abedzadeh – Ma poiché l’aereo è stato danneggiato è molto difficile estrarre direttamente i dati dalle scatole nere, servono hardware e software speciali. Nel Paese li abbiamo“. Tuttavia, ha aggiunto, “se non saremo in grado di estrarre i dati, avremo aiuto da altri Paesi” e questa, ha rivendicato, “è una procedura normale“. Abedzadeh ha poi ribadito che “c’era fuoco a bordo dell’areo” e che prima dello schianto il pilota aveva deciso di invertire la rotta. “Bisogna indagare sulle cause“, ha detto. “Non è corretto – ha ripetuto – commentare prima di analizzare le scatole nere“.