Emergenza incendi in Australia: qualità dell’aria pessima a Canberra, trovato il corpo della 25ª vittima

Australia: un po' di pioggia è caduta nelle scorse ore nel sudest del Paese, devastato dagli incendi incontrollati

Un po’ di pioggia è caduta nelle scorse ore nel sudest dell’Australia, devastato dagli incendi incontrollati: nonostante ciò, nella capitale Canberra la qualità dell’aria rimane pessima, a causa del fumo causato dai roghi, tanto che uffici pubblici, musei, parchi, attività commerciali e università sono chiusi e le autorità hanno chiesto alla popolazione di rimanere in casa.

La polizia del New South Wales ha confermato oggi il decesso di un uomo di 71 anni: si tratta della 25ª vittima di questa devastante stagione degli incendi, iniziata a settembre.
Il corpo dell’uomo, disperso dal 31 dicembre, è stato ritrovato a Nerrigundah, nell’Eurobodalla Shire.

Gli incendi attivi nel New South Wales rimangono oltre 140, tutti al livello di allerta più basso. Nello Stato di Victoria, i focolai sono 39, nessuno a livello di emergenza.

La pioggia ha concesso un po’ di sollievo ai vigili del fuoco e a quanti sono impegnati nella battaglia contro le fiamme.
Nella città di Mallacoota, rimangono in attesa di evacuazione circa 300 persone.