Emergenza smog, Bonelli: “208 decessi al giorno, situazione grave in tante città”

"Secondo l'agenzia europea per l'ambiente, 208 persone muoiono in Italia a causa dello smog, una drammatica emergenza sanitaria"

MeteoWeb

Nei primi 13 giorni del 2020 città come Milano, Torino, Bologna, Roma, Napoli e altri comuni hanno già superato ripetutamente i limiti per le Pm10 e 2,5 in alcuni casi 10 giorni su 13, determinando un gravissimo problema per la salute della popolazione“: lo afferma il coordinatore nazionale dei Verdi, Angelo Bonelli. “Ogni giorno, secondo l’agenzia europea per l’ambiente, 208 persone muoiono in Italia a causa dello smog, una drammatica emergenza sanitaria nel nostro paese di cui nessuno parla a partire dal nostro Parlamento e dai partiti che sostengono la maggioranza di governo“. “L’agenzia europea sull’ambiente – prosegue l’esponente dei Verdi – nello studio scientifico sull’impatto dell’inquinamento in Europa da Pm 10 e 2,5, biossido di azoto e ozono, conferma dati drammatici per il nostro paese: 76.200 decessi prematuri solo nell’anno 2016 e 717.200 anni di vita persi, mentre l’Organizzazione mondiale della sanità ha calcolato che in Italia l’impatto economico dell’inquinamento è pari a 87 miliardi di euro all’anno, ovvero 1400 euro a persona neonati compresi“. “L’Italia avrebbe bisogno di un piano nazionale straordinario contro lo SMOG e rafforzare il trasporto pubblico molto carente, un solo dato: l’Italia dispone di 223 Km di metropolitane la sola città di Madrid ne ha 290 km“, conclude Bonelli.