Entra in chiesa urlando “sono Satana”: suora accoltellata durante la messa per salvare il prete

La giovane suora ha riportato diverse ferite al collo fatte da un coltello con una lama di 40 centimetri: è in gravi condizioni ma non in pericolo di vita

MeteoWeb

Incredibile quanto successo in una chiesa di Genova, dove una giovane suora è stata accoltellata da un uomo. L’aggressore sarebbe entrato in chiesa durante la messa con un coltello in mano, dicendo “sono il diavolo” e scagliandosi verso il prete. Per proteggere il sacerdote, contro lui si è precipitata una suora di 30 anni di origini indiane, che ora si trova in gravi condizioni. L’aggressione è avvenuta davanti agli occhi di una decina di fedeli in preghiera nel tardo pomeriggio nella chiesa di San Francesco D’Assisi a Sestri Ponente, quartiere popoloso della periferia di Genova. La giovane suora ha riportato diverse ferite al collo fatte da un coltello con una lama di 40 centimetri. Soccorsa e trasportata all’ospedale Villa Scassi di Sampierdarena in codice rosso, è stata stabilizzata e dalle prime informazioni non sarebbe in pericolo di vita.

Il prete, subito dopo le coltellate, ha cercato di calmare l’uomo, facendolo sedere. Ma quando sul posto sono arrivate le volanti, si è scagliato contro di loro, senza ferire nessuno: è stato arrestato dagli agenti delle volanti e della squadra mobile di Genova. L’aggressore è un italiano di 57 anni con problemi mentali. Secondo quanto emerso dalle indagini, questo disagio mentale sarebbe stato acuito dalla recente perdita dei genitori, che lo avrebbe portato a questo folle gesto. Era un uomo conosciuto nel quartiere e seguito dallo stesso sacerdote che lo aiutava. “Io sono il diavolo. Sono Satana“, ha iniziato a urlare davanti agli occhi increduli dei parrocchiani, un gruppo di anziani che ogni pomeriggio si reca in chiesa. Gli investigatori della squadra mobile, agli ordini del primo dirigente Stefano Signoretti, stanno ricostruendo se l’aggressore fosse anche seguito dai servizi sociali.