Filippine, il fiume Pansipit si prosciuga improvvisamente e aumentano le fessure nel suolo intorno al vulcano Taal [FOTO e VIDEO]

Paura tra gli abitanti del Barangay Tatlong Maria, dopo il prosciugamento di parti del fiume Pansipit: gli esperti spiegano cosa sta succedendo

/

La paura attanaglia i residenti nell’area intorno al vulcano Taal, nelle Filippine, dopo che parte di un grande fiume si è improvvisamente prosciugata, accendendo le speculazioni sul fatto che il vulcano stia raccogliendo energia per un’eruzione distruttiva.

Il Taal ha eruttato il 12 gennaio scorso, producendo una colonna di cenere e fumo alta 15km e fontane di lava il giorno successivo. L’eruzione è stata caratterizzata da una continua attività idrovulcanica e magmatica e centinaia di terremoti vulcanici. Sono stati registrati 566 terremoti vulcanici dal 12 gennaio ad oggi, di cui 172 hanno avuto magnitudo compresa tra 1.2 e 4.1, un’intensità alta per essere terremoti vulcanici. “Un’attività sismica così intensa probabilmente significa una continua intrusione magmatica al di sotto dell’edificio del Taal, che potrebbe portare ad un’ulteriore attività eruttiva”, ha informato PHIVOLCS (Istituto di Vulcanologia e Sismologia delle Filippine), spiegando che il magma sta ancora risalendo. Questi terremoti hanno prodotto fessure intorno al Lago Taal e nelle case e nelle strade intorno al vulcano, ostacolando anche gli sforzi di evacuazione.

Gli abitanti del Barangay Tatlong Maria stavano pescando nel fiume Pansipit fino al 14 gennaio scorso, ma il giorno dopo il fiume si presentava prosciugato (vedi foto della gallery scorrevole in alto e video in fondo all’articolo). I residenti stanno così approfittando della situazione per pescare più facilmente, dal momento che è difficile trovare negozi per acquistare del cibo. Il fiume Pansipit è connesso al Lago Taal, che circonda il vulcano. Il fiume, che è la sola uscita del Lago Taal, si estende per circa 9 chilometri, attraversando le città di Agoncillo, Lemery, San Nicolas e Taal, fungendo anche da confine tra le comunità. Ma perché parte del fiume Pansipit si è improvvisamente prosciugata?

Il Dott. Winchell Sevilla, del dipartimento di monitoraggio vulcanico di PHIVOLCS, ha spiegato che quello che sta succedendo al fiume, in effetti, è legato all’eruzione del vulcano Taal. Considerando l’attività magmatica all’interno del vulcano, il suolo tende a gonfiarsi a causa dell’accumulo di magma. Le aree in cui è stato monitorato il rigonfiamento del suolo sono Lemery, Taal e altre aree vicino al vulcano. “E poiché il flusso naturale di acqua nel fiume va verso le aree più basse, una parte del fiume Pansipit si è prosciugata probabilmente a causa del rigonfiamento del suolo nell’area”, ha spiegato Sevilla. Di conseguenza, il flusso naturale di acqua in una parte del fiume Pansipit nel Barangay Tatlong Maria a Taal è stata alterata. L’acqua non è più riuscita a scorrere perché il terreno si è improvvisamente sollevato.

Un’altra spiegazione, anche se improbabile, secondo Sevilla potrebbe essere un blocco al flusso di acqua dalla fonte. Una spiegazione possibile è che l’acqua sia bloccata nelle aree più basse poiché il suo flusso naturale è stato alterato dall’improvviso rigonfiamento del suolo. Un’altra spiegazione logica, secondo Sevilla, è che l’acqua che avrebbe dovuto scorrere lungo il fiume sia stata assorbita dalle fessure che sono apparse negli ultimi giorni lungo il letto del fiume. “Il prosciugamento del fiume è compatibile con le fessure che sono state osservate vicino al vulcano”, ha affermato Sevilla.

Questo significa, ha spiegato ancora l’esperto, che non è sicuro tornare nelle aree in cui è stata ordinata l’evacuazione: “Questo è il motivo per cui il Taal è sotto un livello di allerta 4. C’è ancora molta attività, quindi non è sicuro tornare nelle proprie case”. Il livello di allerta 4 su una scala di 5 indica che una pericolosa eruzione potrebbe verificarsi in qualsiasi momento, nonostante il vulcano nelle ultime ore abbia iniziato a mostrare un momento di calma nelle emissioni di cenere e gas.

Anche il livello del Lago Taal si è abbassato. Secondo Renato Solidum, direttore di PHIVOLCS, l’eruzione potrebbe aver fatto evaporare l’acqua nel cratere principale del Taal. “Poiché il cratere principale è più basso del Lago Taal, c’è una pendenza idraulica, quindi l’acqua scorrerà verso l’isola e il livello del lago calerà”, ha detto. Il livello del lago potrebbe essersi ridotto anche per le deformazioni del suolo causate dai terremoti vulcanici. “È possibile che alcune parti del lago si stiano abbassando e altre si stiano sollevando”, ha concluso l’esperto.

Vulcano Taal, l’eruzione potrebbe aver fatto evaporare l’acqua nel cratere principale [VIDEO]