Non è vero che in Australia sono scomparsi un miliardo tra canguri e koala, ma ci sono esseri umani morti, ustionati, sfollati e nessuno ne parla

Ci stanno prendendo in giro. Il perché non è chiaro, ma è così: delle persone morte, degli sfollati, di chi ha perso tutto non ne parla nessuno

MeteoWeb

Gli incendi che stanno interessando l’Australia non sono una novità a quelle latitudini. Per quanto la potenza della fiamme in questi ultimi giorni abbia creato seri danni all’ambiente e alla popolazione, si tratta di episodi che si sono ripetuti spesso nella storia del continente e quelli attuali non sono tra gli episodi più gravi mai avvenuti. Non si tratta di un fenomeno da sottovalutare, ma gli allarmismi, soprattutto in riferimento a koala e canguri morti, sono ormai all’ordine del giorni e vengono presi alla lettera da chi guarda la scena da questa parte del mondo.

AP/LaPresse

In base alle stime degli ambientalisti del WWF, negli incendi di questi giorni sono morti un miliardo tra canguri e koala. Ma facendo due conti molto semplici si scopre che i conti non tornano. Un dato degli ambientalisti di qualche mese fa, infatti, ha stimato che nel territorio australiano è presente una popolazione “residua” di circa 80.000 koala, dando persino l’allarme per una possibile estinzione. Un rapporto del Governo Australiano del 2017, invece, ha certificato la presenza di circa 45 milioni di canguri nel Paese: “un problema gravissimo, sono il doppio degli abitanti e fanno danni enormi all’agricoltura diventando una piaga sociale“. Dunque abbiamo da una parte 80.000 e dall’altra 45 milioni. Il totale è presto detto: 45.080.000, esemplare più esemplare meno.

AP/LaPresse

Dove sta dunque il problema? Semplice: visto che secondo le stime degli ambientalisti del WWF negli incendi di questi giorni sarebbero morti un miliardo di animali, tra canguri e koala, qualcosa non quadra. O qualcuno non sa contare oppure stanno esagerando. Ci stanno prendendo in giro. Il perché non è chiaro, ma è così. Ci sono sicuramente numerosi, troppi, esemplari morti, ma i dati sono stati ‘pompati’. E non basta, perché c’è qualcosa di ben più grave: sono morti 25 esseri umani e nessuno ne parla. Ci sono centinaia di feriti, di persone ustionate, di gente sfollata, in fuga, che ha perso tutto. Di loro chi si occupa? Chi piange per loro? Come al solito nessuno.

https://www.meteoweb.eu/2020/01/australia-canguro-abbraccia-soccorritori-ringraziarli-incendi/1371595/

https://www.meteoweb.eu/2020/01/incendi-australia-foreste-decimate-bush-ricrescendo/1371421/