Peste suina: sequestrate 10 tonnellate di carne cinese in Veneto

Sequestro di 10 tonnellate di carni suine provenienti dalla Cina potenzialmente contaminate dalla peste suina, immediato incenerimento

MeteoWeb

La guardia di Finanza di Padova ha proceduto al sequestro di 10 tonnellate di carni suine provenienti dalla Cina, introdotte nell’Unione Europea in violazione delle norme e potenzialmente contaminate dalla peste suina.
I sanitari dell’Ulss 6 Euganea hanno ritenuto il prodotto potenzialmente molto pericoloso, tanto da non procedere a un’analisi della carne decidendo l’immediato incenerimento.

Il blitz ha riguardato in particolare un magazzino all’ingrosso di generi alimentari dove era presente un camion proveniente dall’Olanda (la derrata era sbarcata a Rotterdam) con 9.420 kg di carne suina di origine cinese importata nell’Unione Europea in violazione delle norme doganali e sanitarie. Sequestrata anche l’attività commerciale.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti in data odierna nel corso di una conferenza stampa, alla presenza del Procuratore della Repubblica di Padova, dott. Antonino Cappelleri, presso la Caserma “G. Carpin”, sede del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Padova.

Carne cinese e peste suina: le frontiere UE “un colabrodo, hanno lasciato passare materiale pericoloso”