Previsioni Meteo, la tendenza a 15 giorni: qualche passaggio umido e debolmente instabile, l’Anticiclone resta dominante

Previsioni a lungo termine: fine mese con nubi irregolari e qualche pioggia debole, ma non freddo. Alta pressione a seguire, ma anche qualche tentativo di azione fredda sul più lungo. I dettagli

MeteoWeb

Previsioni Meteo – Pochi cambiamenti, rispetto a quanto già prospettato nei precedenti aggiornamenti, nella circolazione di massima prevista nei prossimi 15 giorni a scala euro-atlantica e sul Mediterraneo centrale. Un movimento di aria in più è possibile negli ultimi giorni del mese per correnti occidentali debolmente umide e instabili, quindi con qualche fastidio locale, ma poi tornerà ad affermarsi in maniera inesorabile l’alta pressione con bel tempo prevalente per tutta la prima settimana di febbraio. Qualche accenno a correnti fredde artiche continentali verso gli ultimi giorni della prima decade, ma per il momento solo ipotesi, null’altro. Vediamo l’evoluzione più in dettaglio.

Tendenza Meteo 29/31 gennaio

I famigerati “giorni della merla”, che dovrebbero essere per tradizione quelli più freddi dell’anno, a questo giro non saranno particolarmente freddi. Anzi, non è previsto nemmeno un’alta pressione schiacciante  di quelle che nelle ore notturne possano portare inversioni termiche e clima più freddo con gelate. Infatti, proprio negli ultimi tre giorni di gennaio, potrebbe transitare sul Centro Europa un importante nucleo perturbato atlantico che, tuttavia, sfiorerebbe appena il settore italiano apportando correnti nordoccidentali in seno alle quali potrebbero transitare delle nubi irregolari con qualche pioggia. Queste sarebbero più probabili sulle aree tirreniche e appenniniche relative, ma piogge mediamente deboli o solo occasionalmente moderate, anche molto localizzate. Le temperature potrebbero subire un lieve e generale calo nei valori massimi, ma niente di importante.

Tendenza Meteo 1/5 febbraio

Tendenza ad Aumento significativo della pressione su tutto il Mediterraneo centrale e sull’Italia. I massimi di pressione sono previsti porsi tra la Francia, il Nord della Spagna e l’Italia nordoccidentale, ma la possente alta pressione abbraccerebbe tutto il bacino centro-occidentale del Mediterraneo e anche gran parte del Centro-Nord Europa. Condizioni di stabilità diffusa su tutta l’Italia, magari da evidenziare soltanto un aumento della ventilazione, ogni tanto, sui settori del medio-basso Adriatico e meridionali, leggermente meno interessati dai massimi di pressione, ma null’altro associato o al più qualche nube irregolare. Temperature in aumento ovunque e molto miti di giorno, aumento più significativo sulle regioni del medio-alto Tirreno, al Nordovest e sulla Sardegna, qui con valori anche 5/7°C oltre la media. Più freddo di notte a causa all’irraggiamento.

Tendenza Meteo 6/8 febbraio

Ancora alta pressione dominante soprattutto sulle aree centro-occidentali europee e mediterranee. Dall’Est Europa, però, si affacciano minacce fredde che tentano di corrodere l’alta pressione sul bordo orientale. Per la fase di riferimento  l’alta pressione è prevista ancora dominare anche sull’Italia, tuttavia a fine periodo non è escluso che qualche infiltrazione più fredda continentale possa iniziare a interessare le regioni soprattutto del medio-basso Adriatico e meridionali. Le temperature sono attese in calo soprattutto verso fine periodo per un’azione più fredda da Nord, specie verso le regioni adriatiche e meridionali. Valori più o meno stazionari altrove o in leggero calo verso fine periodo.