Quattro razzi contro una base americana in Iraq: l’ombra lunga della guerra si fa sempre più concreta

Quattro razzi sono stati sparati contro una base aerea militare in Iraq dove sono di stanza truppe americane

MeteoWeb

Quattro razzi sono stati sparati oggi contro una base aerea militare in Iraq dove sono di stanza truppe americane. Non è ancora noto il numero di eventuali vittime e feriti. La tensione che nelle ultime settimane è salita in Medio Oriente sta tenendo con il fiato sospeso tutto il mondo: l’instabilità e i continui attacchi alle basi USA rinnovano di giorno in giorno il timore di una guerra imminente.

Almeno quattro soldati iracheni sono rimasti feriti dai razzi che hanno colpito una base aerea che ospita un contingente americano a Balad, in Iraq. Lo fanno sapere le forze armate di Baghdad. Quasi tutte le truppe americane hanno lasciato la base negli ultimi giorni, con il montare della crisi con l’Iran dopo l’uccisione del generale Qassam Soleimani.

AGGIORNAMENTI IN CORSO.

A riportare la notizia è France Presse citando fonti militari irachene, secondo cui quattro soldati iracheni sono rimasti feriti. Altri resoconti parlano di almeno 8 razzi Katyusha contro la base. L’episodio arriva dopo gli attacchi missilistici dei giorni scorsi da parte di Teheran contro basi irachene che ospitano militari statunitensi, in risposta al raid Usa che aveva portato all’uccisione del comandate militare iraniano Qasem Soleimani. Intanto oggi si sono registrate nuove manifestazioni di piazza in Iran, e scontri con la polizia, da parte di coloro che protestano per l’abbattimento del jet passeggeri ucraino per errore da parte della contraerea iraniana.