Smog Vicenza: scatta il livello arancione, stop anche ai veicoli diesel Euro4

Smog: a Vicenza sono scattate le limitazioni aggiuntive alla circolazione dei veicoli privati diesel Euro 4

MeteoWeb

Da oggi, a seguito di comunicazione di Arpav, nel territorio comunale di Vicenza è scattato il livello di allerta arancione per il Pm10, secondo quanto previsto dal Nuovo Accordo di Programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel Bacino Padano.
In città, quindi, sono scattate le limitazioni aggiuntive alla circolazione dei veicoli privati diesel Euro 4, con controlli a partire da domani mercoledì 8 gennaio, quando tutti i cartelli stradali che ne danno comunicazione saranno stati opportunamente posizionati.

Lo sforzo del Comune di Vicenza è massimo per contribuire all’abbattimento delle polveri sottili, i cui valori si sono impennati in tutta la pianura padana – sottolinea l’assessore con delega all’ambiente Simona Siotto –. Accanto alle inevitabili restrizioni sulla circolazione dei mezzi più inquinanti, che invito tutti a rispettare, stiamo attivando incentivi all’utilizzo del trasporto pubblico, in collaborazione con la Provincia, e stiamo ricercando nuovi fondi per sostenere la sostituzione delle caldaie. Ma ognuno deve fare la sua parte, adottando comportamenti virtuosi. Spegniamo sempre i motori dell’auto quando siamo in coda, conteniamo la temperatura nelle nostre case, verifichiamo l’efficientamento delle caldaie, teniamo chiuse le porte dei negozi. Mai come in questo caso l’impegno di tutti può davvero fare la differenza“.

Fino al nuovo bollettino Arpav, previsto per giovedì 9 gennaio, in centro storico e nei quartieri della prima cintura urbana di Vicenza, tutti i giorni, festivi inclusi, non potranno circolare i veicoli privati a benzina Euro 0, 1 diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4; i veicoli commerciali a benzina Euro 0, 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3; i motoveicoli e ciclomotori a 2 tempi non catalizzati, immatricolati prima dell’1/1/2000 e non conformi alla direttiva 97/24/C.

Oltre al centro storico sono compresi nel blocco i quartieri di: Laghetto, San Pio X, San Bortolo, Quartiere Italia, San Francesco, Sant’Andrea, San Lazzaro, Santa Bertilla, Villaggio del Sole, Santi Felice e Fortunato e parte dei quartieri della Stanga (lato San Pio X) e di Saviabona.

Se mercoledì e giovedì i livelli di inquinamento dovessero essere ancora superiori al limite giornaliero di Pm10 di 50 microgrammi per metro cubo d’aria e le previsioni meteo non fossero favorevoli, Arpav potrebbe stabilire il passaggio al livello di allerta rosso. In tal caso, in aggiunta alle limitazioni del livello arancione, si aggiungerebbe il divieto di circolare tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30 per i veicoli commerciali alimentati a diesel Euro 4.