Trapianti: nuova macchina mantiene in vita il fegato per sette giorni

Una macchina in grado di riparare i fegati umani danneggiati e di mantenerli in vita fuori dal corpo per ben una settimana è stata sviluppata da un gruppo di ricercatori di Zurigo

MeteoWeb

Il futuro è quasi presente. Una macchina in grado di riparare i fegati umani danneggiati e di mantenerli in vita fuori dal corpo per ben una settimana è stata sviluppata da un gruppo di ricercatori di Zurigo (Ospedale Universitario di Zurigo, ETH, Wyss e l’Universita’ di Zurigo), in uno studio pubblicato sulla rivista Nature Biotechnology. Potrebbe trattarsi di una svolta per aumentare il numero di organi disponibili per il trapianto salvando molte vite, come quella di pazienti con gravi malattie del fegato o cancro. Fino ad ora, i fegati potevano essere conservati in modo sicuro al di fuori del corpo solo per poche ore. Con la nuova tecnologia di perfusione, i fegati, persino quelli danneggiati, possono essere tenuti in vita fuori dal corpo sette giorni. I fegati danneggiati appartenenti a cadaveri, inizialmente non adatti all’uso nei trapianti, possono riguadagnare la piena funzionalita’ mentre sono perfusi nella nuova macchina per diversi giorni. La base di questa tecnologia e’ un sistema di perfusione complesso, che imita la maggior parte delle funzioni fisiologiche del corpo. In pratica, offre quello che altre macchine non possono fare.