Ufologi in fermento: avvistati UFO nei cieli italiani, diverse segnalazioni. Ecco il VIDEO e i risultati delle indagini

UFO avvistati nei cieli liguri: ufologi a lavoro per analizzare le segnalazioni e i video

Quello strano oggetto sembrava enorme e si accendeva e spegneva , ma ogni volta che si accendeva si trovava in una posizione diversa  dalla prima“. “Buongiorno sig. Maggioni le scrivo in quanto ho osservato nella tarda serata di ieri (23/01/2020) uno strano oggetto molto luminoso, lampeggiava ed era stazionario poi ha accelerato ed è andato in direzione mare verso Arenzano“. “Buonasera associazione A.R.I.A scrivo per segnalare la presenza di due strani oggetti in cielo verso Madonna degli Angeli, luminosissimi e grandi a tratti si spengono, sapete dirmi di cosa si tratta? Ci sono state altre segnalazioni? Sono le 19:15“. Sono queste le segnalazioni che l’Associazione Ricerca Italiana Aliena (A.R.I.A) fondata dall’ufologo ligure Angelo Maggioni e da Antonio Bianucci, riceveva tra la sera del 23 e la mattina del 24 gennaio, in merito ad oggetti volanti non meglio identificati.

Le indagini svolte poi dagli ufologi, come spiegano in una nota, “hanno dovuto confrontare sia il tragitto della ISS pienamente visibile su Savona dalle 18 alle 18:30 direzione lineare monti e lo Starlink di Elon Musk per poi poter procedere ad una visione più completa del fenomeno. Le segnalazioni sono avvenute tra Savona e Varazze, un uomo ha avvistato un oggetto sopra Madonna degli Angeli (…) dal filmato si può affermare che l’oggetto sia di tipo pulsante, di medie proporzioni (non si riesce a stabilire altezza dal suolo che si presume sia superiore ai 500 metri) luminosità bianca intensa e viva, (no multicolor) la particolarità consiste” in base a quanto raccontato dal testimone e a quanto emerso dall’elaborazione del movimento (tramite software) dello stesso oggetto, “che sembra andare a destra e poi a sinistra e nuovamente a destra, ma sempre e solo dopo che scompare dalla vista”.

Anche le altre due segnalazioni confermerebbero la presenza di tale oggetto con le stesse caratteristiche comportamentali – si legge ancora nella nota di A.R.I.A. –. Come se non bastasse una cam di monitoraggio registra il passaggio del presunto oggetto dirigersi verso Madonna degli Angeli per poi ritornare poco dopo da dove era apparso, verso il mare direzione Roma. Grazie alle due registrazioni si è potuto escludere potesse trattarsi della ISS che eseguiva un percorso opposto e ad un orario fuori tempo, era visibile dalle 18 :20 alle 18:30. Anche lo Starlink (ex slitta di Babbo Natale come è stato battezzato il trenino di satelliti lanciati da Elon Musk) viene escluso in quanto si sarebbero visti anche gli altri componenti che compongono la lunga fila di satelliti”.

Escluse anche ipotesi convenzionali come aerei, volatili, palloni sonda e droni, il tracciamento Madonna degli Angeli e Varazze sarebbe troppo lungo per un drone amatoriale o semi professionale (l’autonomia media di un drone è di circa 22 minuti in volo e una distanza massima di 5 km anche se dichiarati 7, l’altezza massima di legge è di 70 metri dal suolo e deve rimanere a 100 metri distante dal pilota, anche se in realtà i droni possono superare anche i 300 metri di altezza, ma questo viola la legge, inoltre è vietato il volo notturno non essendo equipaggiati per tale scopo ed è vietato il volo su centri abitati). Rimane doveroso – spiega l’ufologo ligure Angelo Maggioni che da anni studia il fenomeno sulla Liguria e in tutta Italia  in particolar modo la zona Madonna degli Angeli – spiegare che sostenere l’esistenza un oggetto non identificato non equivale a riconoscerne la natura extraterrestre! Rimane sicuramente affascinante e bizzarro  – conclude la nota – il comportamento di tale oggetto osservato da ben tre fonti diverse e da punti diversi , per ulteriori approfondimenti e per inviare il vostro materiale video e foto potrete utilizzare la mail inforicercaaliena@gmail.com”.