2 Febbraio 2020, Giorno della Marmotta e Candelora: tra tradizioni e leggende, grande attesa per le “previsioni meteo” di Phil

Il 2 Febbraio (Candelora o Giorno della Marmotta) è una data simbolica, si trova a metà strada tra il solstizio d'inverno e l'equinozio di primavera

MeteoWeb

Come ogni anno c’è grande attesa negli Stati Uniti per la tradizionale predizione della marmotta Punxsutawney Phil nel “Giorno della Marmotta” (Groundhog Day) che viene celebrato ogni 2 febbraio a Punxsutawney, in Pennsylvania. La previsione viene fatta dal roditore in base alla sua ombra e la tradizione vuole che la marmotta venga fuori dalla sua tana davanti a migliaia di spettatori nelle prime ore del giorno: se vede la sua ombra significa che l’inverno durerà un altro mese e mezzo, se invece non la vede vuol dire che la primavera arriverà presto, accompagnata da temperature miti.

La marmotta dovrebbe uscire dalla sua tana intorno alle 07:20 ora locale (13:20 ora italiana): cercherà la sua ombra per la 134ª volta.

Phil è la più famosa di un piccolo gruppo di marmotte che si ritiene siano in grado di fare previsioni del tempo, insieme alla marmotta Chuck (Charles G. Hogg) di Staten Island a New York e a General Beauregard Lee di Atlanta. Il National Climatic Data Center del NOAA ha fatto una verifica sulle previsioni di Phil e le ha trovate alquanto scarse, verificando che la marmotta “non ha capacità preveggenti”: “Non è esattamente un’idea brillante quella di usare l’ombra di una marmotta come strumento di previsione meteorologica per gli interi Stati Uniti”.

Il 2 febbraio è un giorno simbolico, in quanto si trova a metà strada tra il solstizio d’inverno e l’equinozio di primavera: nel giorno della Candelora (che si celebra in gran parte del mondo) è quindi consuetudine pronosticare il meteo delle settimane successive.

Dai Giorni della Merla alla Candelora: dell’inverno “siamo fora”?