San Valentino: il cacao è realmente un afrodisiaco?

Il cacao è davvero un afrodisiaco? La scienza boccia questa ipotesi, ma conferma l'azione dell'ingrediente sulla "brain chemistry" dell'amore

MeteoWeb

Il cacao è ormai riconosciuto come un superfood che apporta preziosi nutrienti, in particolare benefici per il sistema cardiovascolare. In passato era ritenuto un potente afrodisiaco ed è questa una delle ragioni per cui il cioccolato – soprattutto in occasione della festa degli innamorati di San Valentino, ormai alle porte – è il regalo dell’amore per antonomasia. Ma il cacao è realmente un afrodisiaco? La scienza boccia questa ipotesi, ma conferma l’azione dell’ingrediente sulla ‘brain chemistry‘ dell’amore.
In particolare il cacaova dritto al cuore‘ del piacere sessuale aumentando i livelli di serotonina, l’ormone del buon umore, che promuove l’eccitamento sessuale e il desiderio. Poi grazie alla feniletilamina stimola la produzione di endorfine, responsabili dello stato di euforia che si prova durante l’orgasmo o un’intensa attività fisica. La feniletilamina inoltre potenzia l’attività della dopamina, legata all’eccitamento sessuale e alla gratificazione. Infine il cacao è l’unico alimento in natura che contiene l’anandamide, la molecola della beatitudine, una sostanza prodotta anche dalle nostre cellule cerebrali che agisce sui meccanismi della soddisfazione e del piacere. Il cioccolato quindi – riferisce la startup italiana Live Better, ideatrice di un originale espresso che al posto del caffè contiene il 100% di puro cacao, con sole 19 calorie – è fonte di piacere non solo per il nostro palato, ma anche per la nostra mente.
In natura ci sono molte sostanze che aumentano la libido e la funzione sessuale, ma solo il cacao promuove la chimica mentale dell’essere innamorati“, come afferma Chris Kilham, grande esperto di medicina naturale.