Coronavirus: atterrato a Pratica di Mare l’aereo con gli italiani rimpatriati da Wuhan

Atterrato all'aeroporto militare di Pratica di Mare il Boeing dell'Aeronautica Militare con a bordo gli italiani rimpatriati da Wuhan

MeteoWeb

E’ atterrato all’aeroporto militare di Pratica di Mare il Boeing KC767A del 14° stormo dell’Aeronautica Militare con a bordo gli italiani rimpatriati da Wuhan, la cittadina cinese dalla quale si è diffuso il coronavirus.
I connazionali saranno poi trasferiti alla cittadella militare della Cecchignola dove trascorreranno un periodo di quattordici giorni di isolamento.

Sono 56 gli italiani rientrati nel Paese. Non è stato possibile imbarcare un ragazzo, che ieri al momento della partenza aveva un po’ di febbre: il protocollo prevedeva la partenza solo per persone che non avevano sintomatologie. Il ragazzo per il momento è seguito da personale sanitario a Wuhan.

I nostri 56 connazionali “al momento stanno tutti bene. Ora si stanno sottoponendo a un check iniziale, poi saranno trasferiti alla Cecchignola“: lo ha dichiarato Stefano Verrecchia, responsabile dell’Unità di crisi della Farnesina, parlando con i cronisti all’esterno dell’aeroporto di Pratica di Mare. “Sono stati sotto pressione e sono un po’ stanchi da viaggio ma non appaiono particolarmente provati“. Sei i bambini che fanno parte del gruppo.
La condizione del ragazzo italiano rimasto bloccato a Wuhan perché aveva un po’ di febbre “non è preoccupante, auspichiamo che non abbia nulla, ma aveva la febbre e la febbre non è un sintomo trascurabile in questo caso“.