Coronavirus in Italia, Spallanzani: stabili le condizioni della coppia cinese, il giovane ricercatore non ha febbre

Spallanzani: "Sono stati valutati, ad oggi, nella nostra accettazione, 66 pazienti sottoposti al test per la ricerca del nuovo Coronavirus"

I primi due casi confermati di infezione da nuovo Coronavirus in Italia, i due cittadini cinesi di Wuhan, “continuano a essere ricoverati nella terapia intensiva” dell’Istituto Spallanzani di Roma. “Le loro condizioni cliniche sono stabili con parametri emodinamici invariati. Continuano terapia antivirale. La prognosi resta riservata“, si legge sul bollettino quotidiano diffuso dall’Istituto.
Le condizioni di salute del ricercatore italiano tornato dalla città di Wuhan “sono buone. Il paziente è afebbrile e asintomatico” e “continua la terapia antivirale“.
Sono stati valutati, ad oggi, nella nostra accettazione, 66 pazienti sottoposti al test per la ricerca del nuovo Coronavirus. Di questi, 57, risultati negativi al test, sono stati dimessi“.
Nove pazienti sono tutt’ora ricoverati: 3 sono casi confermati (la coppia cinese attualmente in terapia intensiva ed il giovane proveniente dal sito della Cecchignola); 5 sono pazienti sottoposti a test per la ricerca del nuovo Coronavirus in attesa di risultato, un solo paziente rimane comunque ricoverato per altri motivi clinici“.