Coronavirus, Milano come Wuhan: deserta e spettrale. La tristissima GALLERY dal capoluogo meneghino

Coronavirus, Milano è la Wuhan italiana: le immagini dal capoluogo lombardo in piena emergenza epidemica

  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
    Foto di Marco Di Lauro / Getty Images
  • Foto di Emanuele Cremaschi / Getty Images
    Foto di Emanuele Cremaschi / Getty Images
  • Foto di Emanuele Cremaschi / Getty Images
    Foto di Emanuele Cremaschi / Getty Images
  • Foto di Emanuele Cremaschi / Getty Images
    Foto di Emanuele Cremaschi / Getty Images
  • Foto di Emanuele Cremaschi / Getty Images
    Foto di Emanuele Cremaschi / Getty Images
  • Foto di Emanuele Cremaschi / Getty Images
    Foto di Emanuele Cremaschi / Getty Images
  • Foto di Emanuele Cremaschi / Getty Images
    Foto di Emanuele Cremaschi / Getty Images
  • Emanuele Cremaschi
    Emanuele Cremaschi
  • Foto di Emanuele Cremaschi / Getty Images
    Foto di Emanuele Cremaschi / Getty Images
/

Milano come Wuhan: le immagini che arrivano dal capoluogo della Lombardia sono emblematiche del clima che si sta vivendo in queste ore nel capoluogo meneghino. In vista del weekend, i vescovi hanno invitato i fedeli a seguire la messa da casa perchè è vietato entrare persino nelle chiese. “Vivere il giorno del Signore in assenza della celebrazione eucaristica – sottolineano i vescovi – e’ un vuoto e una privazione che noi tutti sentiamo con sofferenza. Oggi, pero’, non e’ la persecuzione che proibisce l’eucarestia, ma la sollecitudine per la salute di tutti gli abitanti della Regione“. “Ecco, quindi – e’ il loro invito -, che alla preghiera personale che ogni singolo fedele in questa prima domenica di Quaresima rivolge al Signore, magari anche recandosi nelle nostre chiese fra il sabato pomeriggio e la domenica, si aggiunge l’invito a seguire la messa celebrata dal Vescovo diocesano e trasmessa dalla televisione o dalla radio o dal sito web della Diocesi“. La messa celebrata dall’arcivescovo di Milano Mario Delpini sara’ celebrata alle 11 nella cripta del Duomo e sara’ mandata in diretta dal TgrLombardia – Rai 3. Quella del vescovo di Bergamo Francesco Beschi celebrata in cattedrale alle 10.30 verra’ trasmessa su Bergamo TV. A Brescia la messa presieduta da monsignor Pierantonio Tremolada alle 10 in cattedrale andra’ in onda su Teletutto e Radio Voce e cosi’ via in ogni diocesi.