Coronavirus, Ricciardi (OMS): “Verificare se in Italia c’è un piccolo focolaio, ora servono indicazioni più chiare sulla quarantena”

Il 38enne risultato positivo al coronavirus "è il primo caso di contagio in Italia" e quindi "occorre capire se siamo di fronte ad un piccolo focolaio

MeteoWeb

Il 38enne risultato positivo al coronavirus e ricoverato in terapia intensiva in Lombardiaè il primo caso di contagio in Italia” e quindi “occorre capire se siamo di fronte ad un piccolo focolaio. E’ necessaria un’indagine epidemiologica accurata“: lo ha affermato all’Adnkronos Salute Walter Ricciardi, professore ordinario di Igiene e medicina preventiva all’Università Cattolica di Roma e rappresentante dell’Italia nell’Executive Board dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Ora, prosegue l’esperto, “servono indicazioni più chiare e precise del ministero della Salute alle Asl sulla quarantena e poi andrebbe rivista la decisione della Toscana. Da 1-2 casi passeremo a 5-8 e così via. E’ necessario che la stella polare delle decisioni sia l’evidenza scientifica“.