Muore investita dall’auto guidata dalla figlia 15enne: tragedia a Giulianova

Secondo una prima ricostruzione, all'origine dell'incidente c’è forse un errato controllo della retromarcia che ha fatto accelerare improvvisamente il mezzo

Nonostante non abbia ancora 15 anni, una giovane si è messa alla guida dell’autovettura della madre, ma ha perso il controllo quando ha dovuto muoverla in retromarcia. La madre quarantenne si trovava nei pressi del mezzo e sulla sua traiettoria: è stata travolta e spinta contro il muretto di una casa vicina. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Giulianova e gli agenti della Polizia locale. I soccorritori e i sanitari del 118 hanno tentato di tutto per salvare la donna, ma non c’è stato nulla da fare. La tragedia, avvenuta a Giulianova, in provincia di Teramo, in una strada stretta e a senso unico, si è consumata in pochi secondi.

Secondo una prima ricostruzione, all’origine dell’incidente, su cui stanno indagando i carabinieri, c’è forse un errato controllo della retromarcia che ha fatto accelerare improvvisamente il mezzo, che ha travolto la quarantenne. Non è escluso che la donna stesse dirigendo la manovra. I carabinieri stanno cercando di chiarire perché la ragazza, che è sotto choc, si fosse messa alla guida dell’automobile. Il magistrato ha disposto l’autopsia, che potrebbe essere eseguita domani. Un rapporto sull’accaduto è stato trasmesso alla Procura presso il tribunale dei minorenni dell’Aquila.

Una famiglia già distrutta da un dramma simile solo pochi anni fa. Nell’aprile 2018, il fratello della donna era morto nella sua auto travolta da un autocarro condotto da un uomo ubriaco.

Sempre oggi a Roseto degli Abruzzi, a pochi chilometri da Giulianova, una ragazzina di 14 anni è stata investita mentre andava a scuola da un furgone: il conducente si è subito fermato per prestare i soccorsi. La ragazza è stata trasportata all’ospedale di Teramo dove è tuttora ricoverata per gravi traumi ma per fortuna non è in pericolo di vita.