Nella tomba di famiglia le ceneri di cani e gatti: la proposta di legge passa in commissione

La Regione Liguria, attraverso una proposta di legge, sta valutando la possibilità di seppellire le ceneri degli animali da compagnia nella tomba del padrone

MeteoWeb

Uomo e animale d’affezione è indiscussa e inesauribile la fonte di effetti positivi che i quattrozampe producono nella vita quotidiana delle famiglie italiane. E se loro sono davvero di famiglia perché non lasciarli uniti ai propri genitori umani anche nel triste momento del distacco terreno?

La Regione Liguria, attraverso una proposta di legge, sta valutando la possibilità di seppellire le ceneri degli animali da compagnia nella tomba del padrone, benché una legge dal contenuto analogo, approvata in Lombardia, sia stata impugnata dal governo perché in contrasto con l’attuale normativa nazionale.

L’obiettivo è la creazione di apposite aree cimiteriali dedicate alla sepoltura dei “pelosetti di famiglia” permettendo finalmente di scegliere a chi lo desidera, se tumulare le ceneri del proprio amico nel loculo di famiglia.

Ora non resta che il passaggio di tale proposta in Consiglio Regionale.

Riccardo Manca, Vice Presidente degli Animalisti Italiani dichiara: “Gli Animali sono esseri senzienti. E meritano la stessa nostra considerazione, anche quando ci lasciano per sempre. Loro sono “Le Piccole Persone” come li definí Anna Maria Ortese in uno dei suoi libri più toccanti.
Come Animalisti Italiani ci stiamo battendo da tempo per sensibilizzare le istituzioni sulla necessità di prevedere a livello comunale i cimiteri per gli Animali o, per chi lo desiderasse, la possibilità di essere sepolti insieme al proprio “amico fedele”.
A tal proposito l’anno scorso abbiamo sepolto una splendida maremmana di nome Pasquina, ( dopo aver tentato di tutto per salvarla; fu presa a fucilate dai cacciatori e lasciata agonizzante sull’asfalto) in un cimitero privato di Roma proprio per dare un segnale importante, un esempio. Perché la Vita va onorata anche nella Morte e a prescindere dalla specie di appartenenza. È una questione di rispetto, di civiltà e di dignità che deve essere riconosciuta a chi vive al nostro fianco donandoci amore incondizionato. E gli Animali sono incomparabili Maestri della suddetta virtù”.

Chiudiamo con la citazione di Franco Zeffirelli: “Ho amato e amo così tanto i cani, che il mio sogno è quello di spegnermi con uno di loro al mio fianco. Li ho amati perché sanno dare quello che gli uomini, ormai, non sanno dare più: la fedeltà, l’amore completo e totale, il rispetto. Un cane ama chi ti ama, ma non esita a difenderti da chi vuole farti del male. E non è poco”.