La Cina lancia la teoria della cospirazione: il Coronavirus “lo hanno portato a Wuhan i militari americani, il paziente zero un soldato USA”

Secondo la teoria della cospirazione sarebbero stati i militari americani a portare il Coronavirus in Cina e quindi il virus non avrebbe avuto origine a Wuhan

Sospetti cinesi sugli americani: il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian ha lanciato apertamente le accuse e la teoria della cospirazione secondo cui sarebbero stati i militari americani a portare il Coronavirus in Cina e quindi il virus non avrebbe avuto origine a Wuhan.
Su Twitter il portavoce Zhao Lijian ha rilanciato ieri un video dell’audizione di due giorni fa alla Camera dei Rappresentanti con il direttore dei Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC), Robert Redfield, chiedendo “trasparenza” agli USA. Oggi la CNN ricorda come lo scorso ottobre centinaia di atleti delle forze militari americane fossero a Wuhan per i Military World Games.
Redfield non ha fornito dati temporali nel suo intervento, ma per Zhao si tratterebbe di una prova che “scagiona” Wuhan, considerato epicentro dell’epidemia.

Redfield ha ammesso che alcuni americani apparentemente morti di influenza sono poi risultati positivi al nuovo coronavirus – ha scritto nel post Zhao – Quando è iniziato tutto con il paziente zero negli Usa? Quante persone sono state contagiate? Quali sono gli ospedali? E’ possibile che sia stato l’esercito americano a portare l’epidemia a Wuhan. Cercate di essere trasparenti! Diffondete pubblicamente i vostri dati! Gli Usa ci devono una spiegazione“.

Il video è stato pubblicato anche da altri profili e media cinesi, come la tv nazionale CCTV e il Global Times.
Sui social e anche da parte del governo cinese è stata lanciata una campagna concertata per mettere in dubbio l’origine del Coronavirus.