Coronavirus, Burioni: “Le novità vi arriveranno dalle autorità sanitarie, non dai social o da YouTube”

Coronavirus, Burioni: "Il farmaco russo, il preparato giapponese, la vitamina C, la pericolosità dell'ibuprofen hanno una cosa in comune: sono tutte scemenze"

MeteoWeb

L’ultima promessa farmacologica per contrastare il coronavirus arriva dal Giappone: si tratta dell’antinfluenzale Avigan* (favipiravir), già usato in Cina nel trattamento di pazienti contagiati. Purtroppo però sulla sua effettiva validità non si hanno certezze.
Non esistono evidenze scientifiche in merito“, conferma all’AdnKronos Salute il virologo Roberto Burioni, che già aveva sottolineato in un tweet di non fidarsi delle “notizie sensazionali” che arrivano dall’estero: “Il farmaco russo, il preparato giapponese, la vitamina C, la pericolosità dell’ibuprofen, i proclami sugli Ace inibitori che i somari scrivono Eca, hanno una cosa in comune: sono tutte scemenze. Le novità vi arriveranno dalle autorità sanitarie, non dai social o da YouTube“.

Le autorità cinesi alcuni giorni fa sostenevano che il farmaco giapponese, sviluppato dalla Fujifilm Toyama Chemical, si è dimostrato efficace nel trattamento di pazienti contagiati dal Coronavirus. Il prodotto sarebbe stato utilizzato con successo nel trattamento di 340 pazienti tra Wuhan e Shenzhen, riportava il Guardian.