Coronavirus: caos nel carcere Pagliarelli di Palermo, notte di rivolta anche a Reggio Emilia

Caos a Palermo, nel carcere Pagliarelli: circa 300 detenuti hanno protestato contro la decisione di limitare le visite a causa della diffusione del coronavirus

MeteoWeb

Notte di caos a Palermo, nel carcere Pagliarelli: circa 300 detenuti hanno protestato animatamente, come avvenuto in altre città italiane, contro la decisione del Governo di limitare le visite parentali a causa della diffusione del contagio da coronavirus.
I detenuti hanno dato fuoco a lenzuoli e cuscini, lanciando tutto verso l’esterno.
Quanto accaduto ha mandato in tilt il traffico in viale Regione Siciliana.
Un gruppo di parenti dei detenuti si è radunato davanti all’ingresso per unirsi alla protesta dei loro congiunti.
A mediare con i detenuti è stata la direttrice, Francesca Vazzana.

Rivolta nella serata di ieri anche in carcere a Reggio Emilia: l’agitazione dei detenuti si è conclusa intorno alle 23. Ci sarebbero tre sezioni danneggiate. Non si ha notizia di feriti.