Coronavirus, Di Maio: “In arrivo dalla Cina 150 ventilatori e 5 milioni di mascherine”. Esperto cinese: “Fondamentali gli ospedali provvisori”

"Dalla Cina arrivano 150 ventilatori polmonari, che si vanno ad aggiungere ai 40 arrivati l'altra sera. A questi si aggiungono cinque milioni di mascherine Ffp2", ha detto Di Maio

MeteoWeb

“Dalla Cina arrivano 150 ventilatori polmonari, che si vanno ad aggiungere ai 40 arrivati l’altra sera – ha detto Luigi Di Maio in una diretta Facebook – A questi si aggiungono cinque milioni di mascherine Ffp2, abbiamo firmato un contratto in queste ore, e due nuove equipe mediche, che stanno partendo in queste ore dalla Cina, per venire ad aiutare i nostri medici dal punto di vista delle informazioni pratiche che hanno usato per sconfiggere il virus a Wuhan”.

In un’intervista a Xinhua, il dottor Wang Chen, esperto di patologie delle vie respiratorie nonche’ vice presidente dell’Accademia cinese di Ingegneria, ha dichiarato che le strutture ospedaliere provvisorie, realizzate riconvertendo una serie di locali pubblici, hanno svolto un ruolo fondamentale nel frenare la diffusione del nuovo Coronavirus a Wuhan, la citta’-focolaio della Cina centrale. L’esperienza maturata a Wuhan nella costruzione di ospedali provvisori, ha osservato il dottor Wang, dovrebbe essere sfruttata in futuro e potrebbe aiutare altri Paesi a contrastare la pandemia di Covid-19. Queste strutture provvisorie sono state realizzate ai primi di febbraio, riconvertendo centri espositivi e palestre, nel tentativo di curare i pazienti che manifestavano sintomi lievi e isolare la fonte dell’infezione a fronte di un sistema sanitario locale provato dall’emergenza. Secondo l’esperto cinese, in piu’ di un mese, 16 ospedali provvisori hanno accolto a Wuhan un totale di oltre 12.000 pazienti, fino alla chiusura delle ultime due strutture, avvenuta il 10 marzo, visto che la citta’ registrava sempre piu’ pazienti guariti e un forte calo del numero di nuovi casi di infezione.