Coronavirus, esperto: “La pressione si è attenuata, ma non dobbiamo lasciarci andare proprio ora che stiamo per farcela”

Coronavirus, Richeldi: "La pressione dei giorni scorsi si è attenuata e la sensazione è che si stia andando verso una fase migliore"

MeteoWeb

La pressione dei giorni scorsi si è attenuata e la sensazione è che si stia andando verso una fase migliore“: lo ha dichiarato in un’intervista al Corriere della Sera Luca Richeldi, ordinario di malattie dell’apparato respiratorio alla Fondazione Gemelli di Roma e consulente esterno del comitato tecnico scientifico di supporto alle decisioni del governo. “La sensazione è che a Roma e nelle grandi aree metropolitane la situazione non tenda a ricalcare quella che si è verificata più di un mese fa nelle ex zone rosse di Lodi e altri comuni della Lombardia“. “Gli esperti di epidemiologia indicavano questa settimana come cruciale per capire l’evoluzione della pandemia“, “i focolai epidemici non perdono forza spontaneamente se non viene imposto il blocco dei contatti interumani. Il distanziamento sociale è una regola che dobbiamo continuare a osservare con estremo rigore. Ho molta paura. Non vorrei che leggendo i dati che parlano di diminuzione di nuovi positivi e ricoverati in terapia intensiva la gente arrivi a concludere che sia venuto il momento di riconquistare la libertà perduta. Non è così, non deve essere così. Se abbiamo raggiunto questi risultati, e speriamo che vengano confermati nei prossimi giorni, è grazie alle misure di contenimento. Il fatto che funzionino significa che dobbiamo stringere ancora, mantenere le distanze di sicurezza, rinunciare alla vita normale. Il mio messaggio è di non lasciarci andare proprio ora che stiamo per farcela. Anzi bisogna essere ancora più severi con noi stessi. La discesa delle infezioni non sarà veloce come è stata la salita“.