Coronavirus in Italia, i DATI Regione per Regione: oltre 4mila casi e 131 morti in Veneto, 4ª vittima in Calabria

Nuovi casi positivi al Covid-19: gli aggiornamenti sul Coronavirus dalle regioni italiane su contagi e decessi

MeteoWeb

Vengono aggiornati minuto per minuto anche oggi 20 marzo 2020 i dati sui casi di coronavirus in Italia: ecco le informazioni regione per regione, inserite a seguito di pubblicazione ufficiale.

Salgono a 7 i morti in Valle d’Aosta a causa del Coronavirus. Secondo i dati forniti dalla Regione, sono 258 i casi positivi: di questi 64 sono ricoverati in ospedale, 11 in rianimazione, e 194 in isolamento domiciliare. Ad oggi sono 783 i tamponi effettuati e 2156 le persone in isolamento cautelativo.

Al momento 555 persone sono risultate positive in Alto Adige all’infezione Sars-CoV-2. Il numero complessivo dei test effettuati sale quindi a 4433 rilevati su 3094 persone.
Sono complessivamente 172 le persone positive al Sars-CoV-2 assistite nei normali reparti dell’Azienda sanitaria provinciale. A questi si aggiungono ulteriori 60 casi sospetti. Sono 30 i pazienti, affetti da Covid-19, che attualmente richiedono un’assistenza intensiva. Il numero dei decessi da infezione Sars-CoV-2 registrati in Alto Adige si attesta sinora a 19 persone. Si tratta di persone anziane con una o più malattie pregresse. Ad oggi (20 marzo) il numero delle persone poste in quarantena domiciliare in Alto Adige è di 1855 unità.

Sono 26 i decessi di persone positive al Coronavirus comunicati oggi dall’Unita’ di Crisi della Regione Piemonte: si tratta del maggior numero di decessi giornalieri dall’inizio dell’emergenza e il dato dovra’ essere aggiornato questa sera. Il totale complessivo sale cosi’ a 209 deceduti, la maggior parte in provincia di Alessandria (66) e nell’area metropolitana di Torino (47). Aumentano anche i contagi: e persone finora risultate positive al Coronavirus, secondo i dati diffusi dall’Unita’ di crisi regionale, sono 3.461 rispetto ai 3.017 di ieri sera: 595 in provincia di Alessandria, 151 in provincia di Asti, 175 in provincia di Biella, 221 in provincia di Cuneo, 293 in provincia di Novara, 1.556 in provincia di Torino, 203 in provincia di Vercelli, 142 nel Verbano-Cusio-Ossola. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 280, quelle guarite restano 8.

Superati i 4000 casi di contagi da Coronavirus in Veneto. Il bollettino della Regione Veneto aggiornato alle 8 di questa mattina parla infatti di 4031 positivi, 280 in piu’ di quelli conteggiati alle 17 di ieri. Un nuovo decesso si e’ verificato nella notte portando il numero delle persone morte dall’inizio dell’emergenza a 131.

Sale a sette il numero dei morti in Umbria in seguito all’infezione prodotta dal Coronavirus: quattro nella provincia di Perugia e tre in quella di Terni. Ai sei pazienti deceduti, dei quali è già stata data comunicazione fino al 19 marzo, si aggiunge un altro decesso avvenuto nell’ospedale di Terni. Dai dati aggiornati alla mezzanotte del 19 marzo, 395 persone in Umbria risultano positive al virus, i guariti al momento restano 4. Dei 395 pazienti positivi 18 sono di fuori regione: nella provincia di Perugia i positivi sono 280 e 97 in quella di Terni: sono ricoverati in 99 (7 di questi sono di fuori regione), di cui 73 nell’ospedale di Perugia e 19 in quello di Terni. Dei 90 ricoverati, 24 sono in terapia intensiva, 13 nell’ospedale di Perugia e 11 in quello di Terni. Le persone in osservazione sono 2566: di questi, 1847 sono nella provincia di Perugia e 719 in quella di Terni. Sempre alla stessa data risultano 810 soggetti usciti dall’isolamento di cui 581 nella provincia di Perugia e 229 in quella di Terni. Nel complesso entro le ore 24 del 19 marzo, sono stati eseguiti 2359 tamponi.

Salgono ancora i contagi nelle Marche: 250 nella sola giornata di ieri e 1.981 in totale dall’inizio della crisi. Il dato e’ stato diffuso dal Gores, il gruppo operativo regionale di emergenza sanitaria. Il numero dei campioni testati ieri e’ salito a 658 e i test positivi sono stati il 38% (ieri era del 42,2% rispetto ai 403 test effettuati). I 1.981 contagiati rappresentano il 38,32% dei 5.170 campioni testati dall’inizio della crisi sanitaria, in sostanziale invarianza percentuale rispetto al giorno precedente (38,5%).

Sono 43 i casi di finora accertati in Basilicata: lo ha reso noto la task force regionale. Nella tarda serata di ieri, nel laboratorio dell’ospedale San Carlo di Potenza, su 28 tamponi analizzati sei sono risultati positivi. I nuovi sei casi riguardano tre persone di Potenza, due di Matera e una di Paterno (Potenza).

Si registra un’altra vittima nell’ospedale di Cosenza in relazione all’emergenza Coronavirus: si tratta di un ottantenne originario di Paola (Cosenza).
Le vittime del COVID-19 in Calabria salgono a quattro.

In Sicilia sono 379 in totale le persone attualmente positive al Coronavirus e 25 i guariti: questo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola comunicato dalla Regione Siciliana all’Unità di crisi nazionale. Dall’inizio dei controlli, i tamponi validati dai laboratori regionali di riferimento (Policlinici di Palermo e Catania) sono 4.468. Attualmente risultano positive 379 persone. Risultano ricoverati 210 pazienti (27 a Palermo, 105 a Catania, 17 a Messina, 1 ad Agrigento, 11 a Caltanissetta, 18 a Enna, 6 a Ragusa, 17 a Siracusa e 8 a Trapani) di cui 42 in terapia intensiva, mentre 169 sono in isolamento domiciliare, venticinque guariti (11 a Palermo, 5 a Catania, 4 a Messina, 2 ad Agrigento ed Enna, 1 a Ragusa) e quattro deceduti.