Coronavirus, la gaffe all’italiana: arrivano mascherine dalla Cina, ma l’unico ad indossarle bene è…un cinese

Speriamo che i cittadini italiani che riceveranno le mascherine prenderanno esempio dal cinese e non dai rappresentanti italiani

MeteoWeb

Se non fosse arrivato questo carico le mascherine nei nostri ospedali sarebbero scarseggiate. È una delle prime forniture che arriva dalla Cina e sono molto lieto che il fatto di avere così buoni e consolidati rapporti commerciali con quel Paese ci abbia portato un aiuto vitale per la sanità ligure”. Sono le parole del presidente Giovanni Toti che ha ricevuto 50mila mascherine FFP2 donate dalla compagnia China Cosco Shipping di Shanghai, consegnate oggi pubblicamente in piazza De Ferrari a Genova coi rappresentanti dell’azienda e della Fratelli Cosulich, leader dello shipping con sede a Genova.

Nelle prossime ore le mascherine saranno distribuite dalla centrale unica dell’ospedale San Martino di Genova alle strutture regionali secondo le varie necessità. “Ci tengo a ringraziare gli amici cinesi, la Cosco che è una compagnia di navigazione che lavora molto con i nostri porti, e i suoi soci italiani per questo regalo alla città di Genova e alla Liguria”, ha aggiunto Toti.

Oltre al bel gesto, non è passata inosservata agli occhi degli attenti liguri una gaffe immortalata dal telegiornale Rai regionale: in un fermo immagine si vedono gli italiani indossare la mascherina ponendola sotto al naso, e dunque non in maniera sicura, mentre il rappresentante cinese la indossa quasi a coprire l’intero volto, ovvero nel modo più opportuno. Speriamo che i cittadini italiani che le riceveranno prendano esempio da quest’ultimo e non dai primi.