Coronavirus, la situazione sta precipitando anche in Brasile: boom di morti e contagiati, e lì è estate e fa caldo…

Coronavirus, brutte notizie dall'emisfero australe: l'epidemia colpisce anche d'estate

MeteoWeb

Il ministero della Salute brasiliano ha divulgato in serata il bilancio aggiornato dei contagi registrati sul proprio territorio. Sommando i dati provenienti dai dipartimenti della Salute di ciascuno stato, il numero complessivo di contagi e’ salito a 1891, in crescita del 22 per cento rispetto al numero di 1546 registrato ieri, 22 marzo. Il numero dei morti e’ di 34, in crescita del 36 per cento rispetto al numero presentato ieri. La maggior parte dei casi, 745 sono stati registrati nello stato di San Paolo, che ha registrato anche 30 morti. Secondo stato per numero di infettati, 233, quello di Rio de Janeiro, dove sono state registrate 4 morti, e dal Distretto federale, 133, dove ancora non sono state registrate vittime. “Attualmente, tutti gli stati del paese registrano casi di malattia, ma non tutte le regioni hanno la stessa incidenza di trasmissione. La regione settentrionale, ad esempio, conta solo il 3,1 per cento del totale dei casi del paese. All’altra estremita’, la regione Il sud-est rappresenta la percentuale piu’ alta, concentrando il 60 per cento dei casi”, ha riferito il ministero della Salute in nota.

La crescita repentina dei casi era stata prevista dal ministro della Salute brasiliano, Luiz Henrique Mandetta, che la scorsa settimana aveva dichiarato che il sistema sanitario nazionale dovrebbe crollare il mese prossimo. “Per 30 giorni dovremmo riuscire a resistere abbastanza bene, pure se con molti casi di contagio, ma chiaramente alla fine di aprile il nostro sistema crollera'”, aveva dichiarato Mandetta nel corso di una conferenza stampa accanto al presidente Jair Bolsonaro. “Per intendiamo quando puoi avere il denaro, un’assicurazione sanitaria, un ordine del tribunale crollo, ma semplicemente non c’e’ un sistema sanitario al quale accedere”, riferiva il ministro stimando che i contagi da Coronavirus dovrebbero crescere in Brasile in un periodo compreso tra aprile e giugno di quest’anno. “Dovremmo assistere a una rapida ascesa delle infezioni a partire da aprile e per tutto il mese di maggio e il mese di giugno, quando iniziera’ una tendenza a rallentare. Nel mese di luglio dovremmo cominciare a vedere i numeri stazionari prima di iniziate a mostrare una tendenza al ribasso a partire da agosto”.