Coronavirus: l’Argentina chiude i confini anche ai propri cittadini, chi è fuori non potrà rientrare

Il paese sudamericano aveva chiuso due settimane fa le frontiere agli stranieri e oggi ha deciso di impedire l'ingresso anche ai propri cittadini

L’Argentina ha chiuso completamente le sue frontiere, anche ai propri cittadini, per cercare di contenere la diffusione del coronavirus. La misura sarà in vigore da oggi fino a mercoledì. Il paese sudamericano aveva chiuso due settimane fa le frontiere agli stranieri. Da allora, scrive il quotidiano la Nacion, circa 12mila argentini sono stati rimpatriati grazie a voli speciali. Circa altri 10mila sarebbero però rimasti bloccati all’estero. In Argentina sono stati registrati al momento 590 contagi e 14 decessi. Da una settimana tutta la popolazione deve rimanere in casa. Il confinamento dovrebbe durare fino al 31 marzo, ma si prevede che verrà esteso.