Coronavirus, Marcello Lippi: “Qui fuggono da quarantena, vanno a sciare e li curiamo. In Cina li giustiziano e si stanno riprendendo”

"Qua da noi ho sentito di una persona contagiata che era scappata dalla zona rossa per andare a sciare, si è fatta male ed è stata curata. Laggiù chi è scappato dalle zone rosse è stato giustiziato"

MeteoWeb

Hanno suscitato clamore le parole pronunciate dall’allenatore italiano Marcello Lippi il quale, durante un’intervista in cui si chiedeva il suo parere in merito alla situazione Coronavirus in Cina, Paese nel quale ha diversi contatti e di cui conosce bene la realtà, ha detto: “Mi raccontano che stanno migliorando molto le cose, i numeri cinesi sono eccezionali, l’hanno affrontata con grande decisione e grande severità. Qua da noi ho sentito di una persona contagiata che era scappata dalla zona rossa per andare a sciare, si è fatta male ed è stata curata. Laggiù chi è scappato dalle zone rosse è stato giustiziato. Sono più severi nel far rispettare le leggi, hanno medici e scienziati importanti. Stanno trovando la maniera di uscirne, stanno migliorando le cose e stanno aumentando i guariti. Credo che riprenderanno il campionato da metà aprile“.