Coronavirus: medici e infermieri dall’Albania all’Italia, “non dimentichiamo chi ci ha aiutato”

Il premier albanese ha rinnovato il suo impegno di voler aiutare l'Italia contro il Coronavirus

MeteoWeb

Il premier albanese, Edi Rama, ha rinnovato il suo impegno di voler aiutare l’Italia contro il Coronavirus: intervistato da Repubblica e La Stampa ha raccontato com’è nata l’idea di mandare in Italia dieci medici e venti infermieri.
Il nostro legame con l’Italia è fortissimo. Ho parlato con Luigi (Di Maio, ndr) e lui ha detto subito ‘sì, abbiamo bisogno, ci sarebbe di grande aiuto’. Li mandiamo in missione per una trentina di giorni, a nostre spese“, ha raccontato Rama. “La nostra amicizia non è episodica, esiste da quando siamo usciti dal bunker del comunismo reale“.

Rama ha ricordato inoltre l’aiuto italiano dopo il terremoto nel suo Paese: “La scossa è stata alle 4 del mattino, ho scritto messaggi a tutti e il premier Conte è stato tra i primissimi a rispondermi. In giornata è arrivata la protezione civile e ha cominciato a salvare vite“.