Coronavirus, medico: in Italia “avremo il picco a metà Aprile, poi a fine Maggio pochissimi contagi”

Coronavirus, Ascierto: "Il picco me lo aspetto a metà aprile, l'isolamento contenitivo è cominciato al Sud una settimana fa"

MeteoWeb

Non dormo più, ma la mia cura funzionerà“: lo ha dichiarato a Qn Paolo Ascierto, direttore dell’Unita’ di melanoma, immunoterapia oncologica e terapie innovative all’Istituto nazionale tumori Pascale di Napoli, il medico che ha sperimentato il farmaco anti-artrite reumatoide, il Tocilizumab, per contrastare il Coronavirus.
E’ un farmaco che gia’ si conosce ed e’, in questo momento, usato da noi oncologi per gli effetti collaterali di alcuni tipi di immunoterapia, prima di utilizzarlo abbiamo fatto un brainstorming con i colleghi cinesi che lo avevano gia’ usato su 21 pazienti e per 20 di loro i risultati erano stati eccellenti. La sperimentazione clinica prevede l’ arruolamento di 330 pazienti e avra’ l’obiettivo di dare un quadro scientifico e rigoroso per validare gli effetti e l’utilizzo del Tocilizumab e capire quali sono i pazienti che possono riceverne i vantaggi maggiori. Tuttavia l’uso e la distribuzione del farmaco” per uso compassionevole “continuera’. L’azienda lo ha messo a disposizione gratuitamente e tutti i pazienti trattati in regime di off label entreranno nella raccolta dati insieme ai 330 della sperimentazione“.

Il picco me lo aspetto a metà aprile – spiega infine Ascierto – l’isolamento contenitivo è cominciato al Sud una settimana fa. Un calo dei contagi lo vedremo non prima di un paio di settimane e credo che dobbiamo continuare su questa strada. Sono convinto che per fine maggio potremmo avere pochissimi contagi“.