Coronavirus: simulazione ipotizza 1,8 milioni di morti nel mondo

L'ipotesi si basa su una simulazione dei dati disponibili al momento sulla forza di contagio del virus e sull'indice di mortalita' presunto

MeteoWeb

Potrebbe arrivare sulla carta a 1,8 milioni di morti il bilancio finale delle vittime della pandemia di Coronavirus in un tutto il mondo, secondo un modello matematico aggiornato allo scenario attuale – e peraltro suscettibile di correzioni a seconda degli sviluppi – tracciato dai ricercatori dell’Imperial College di Londra. L’ipotesi si basa su una simulazione dei dati disponibili al momento sulla forza di contagio del virus e sull’indice di mortalita’ presunto, hanno precisato i ricercatori presentando lo studio e avvertendo che “non si tratta di una previsione”. Lo stesso team aveva paventato fra 250.000 e oltre 500.000 vittime nel solo Regno Unito se non si fossero adottate le misure drastiche che poi il governo di Boris Johnson ha preso; mentre aveva stimato ipoteticamente un’ecatombe fino a oltre 40 milioni di vittime del Covid-19 sull’intero pianeta in assenza di restrizioni. Studiosi di altri atenei prestigiosi, come Oxford, hanno del resto avanzato dubbi sui presupposti dei modelli dell’Imperial College.