Coronavirus, superati i 10 mila morti nel mondo: l’Europa piomba nel baratro, tutti i DATI Paese per Paese [TABELLA]

Coronavirus, il punto della situazione nel mondo: raggiunti i 10 mila morti

MeteoWeb

L’Europa piomba nel baratro del Coronavirus: nel mondo sono appena stati superati i 10 mila morti, di cui l’Italia ha il triste primato con 3.405 vittime (tra l’altro in meno di un mese), e un bilancio drammatico che negli ultimi giorni ha superato i 400 morti giornalieri. Gli esperti non hanno dubbi: questo dato continuerà ad aggravarsi almeno fino alla prossima settimana, ma probabilmente addirittura fino ad Aprile quando avremo il picco della mortalità rispetto al boom di nuovi contagiati che non si è ancora raggiunto (oggi il record giornaliero con 4.400 nuovi positivi). In tutto il mondo il numero di casi accertati è di 245 mila. I guariti sono 86 mila, quasi tutti concentrati in Cina (oltre 70 mila) dove l’epidemia è iniziata da quasi tre mesi, mentre in tutti gli altri Paesi è esplosa da poche settimane.

spagnaI Paesi in cui la situazione sta peggiorando più rapidamente in Europa, oltre l’Italia, sono Spagna e Germania, che oggi hanno fatto registrare rispettivamente 3.300 e 3.000 nuovi casi. La mortalità è molto differente: quella della Spagna è analoga a quella dell’Italia, mentre la Germania continua ad avere una mortalità molto bassa sulla falsariga dei Paesi Scandinavi, Norvegia (7 morti su 1.786 casi), Svezia (11 morti su 1.439 casi) e Finlandia (nessun morto su 400 casi) e Mittel-Europei in generale (6 morti su 1.151 casi in Danimarca, 6 morti su 2.179 casi in Austria, a testimonianza di come sia la struttura sociale a incidere molto sulla mortalità della malattia.

Nel mondo, invece, dopo Italia il Paese che ha l’aumento più significativo di nuovi casi è oltre oceano: sono gli Stati Uniti d’America dove oggi ci sono stati 4.000 nuovi casi. Anche in Francia l’aumento è significativo, ma un po’ più contenuto (oggi 1.800 casi in più rispetto a ieri), mentre la situazione si sta aggravando sempre di più anche in Svizzera (oggi mille casi in più rispetto a ieri), Paese di appena 8 milioni di abitanti che rimane nella triste classifica degli Stati più colpiti dall’epidemia nonostante la propria modesta dimensione e popolazione perchè risente della vicinanza e della sua fitta rete di relazioni con la Lombardia, la Regione in assoluto più colpita nel mondo intero (a breve supererà anche l’Hubei per numero di contagiati).

In Gran Bretagna oggi ci sono stati 640 nuovi casi di contagio: l’Europa è diventato l’epicentro della pandemia globale con Paesi Bassi, Austria, Belgio, Norvegia, Svezia e Danimarca che seguono il Regno Unito nella graduatoria mondiale, prima di Giappone (dove oggi ci sono stati appena 9 nuovi casi), Malesia e Canada.