Coronavirus in Toscana: casi positivi a Pontremoli e Livorno, scuole chiuse e quarantena preventiva

A seguito di un caso probabile di coronavirus si è resa necessaria la chiusura precauzionale del pronto soccorso di Pontremoli

L’Azienda Usl Toscana Nord Ovest ha reso noto che a seguito di un caso probabile di coronavirus si è resa necessaria la chiusura precauzionale del pronto soccorso di Pontremoli (Massa Carrara). “Un paziente passato per il pronto soccorso e ricoverato in medicina – spiega una nota – è risultato positivo al test e l’unità di crisi aziendale ha ritenuto opportuno sospendere l’attività dei due reparti per l’intera giornata di domani per la necessaria sanificazione e per attivare la quarantena di personale e pazienti soggetti a potenziale contagio“. Decisa anche l’attivazione di un punto di primo soccorso all’esterno della struttura. Alla luce della sostanziale temporanea chiusura dell’ospedale di Pontremoli dovuta al caso di contagio da coronavirus, i sindaci della Lunigiana hanno chiesto al presidente della Toscana Enrico Rossi di valutare un provvedimento di precauzionale chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. In attesa che il presidente si pronunci in merito, i sindaci hanno deciso di disporre una giornata di generale sanificazione degli edifici scolastici, salvo prendere altri successivi provvedimenti. Le scuole del Comune di Pontremoli quindi oggi, 4 marzo, rimarranno chiuse.

L’Azienda Usl Toscana Nord Ovest ha inoltre comunicato che un livornese di circa 50 anni con un tampone positivo al coronavirus Covid19, in attesa di validazione da parte dell’Istituto superiore di sanità, si trova ricoverato in isolamento nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Livorno in condizioni critiche. L’uomo, spiega l’Asl, si era presentato autonomamente al pronto soccorso. Tutti gli operatori del reparto che sono entrati in contatto con lui sono stati posti in quarantena preventiva. L’Igiene pubblica sta lavorando per individuare eventuali altri soggetti che nei giorni precedenti devono essere stati in contatto con l’uomo. Il sindaco di Livorno, Luca Salvetti, a seguito della notizia del primo caso di coronavirus in città, fa sapere che si è aperta l’Unità di Crisi.

Il sindaco di Chiusi (Siena) Jury Bettollini ha disposto la chiusura della scuola primaria per 15 giorni e chiusura – per 4 giorni – di tutte le altre scuole nel comune dopo che un 31enne e’ risultato positivo al Coronavirus ieri. Secondo l’ordinanza, la chiusura si e’ resa necessaria “in considerazione della socializzazione che si svolge all’interno della scuola” poiche’ “risulta difficile circoscrivere i contatti per evitare la diffusione ulteriore del virus“. “Considerato che e’ in corso l’indagine epidemiologica sui contatti si ritiene opportuno, in via cautelativa a tutela della salute pubblica – conclude il sindaco nella stessa ordinanza – disporre la chiusura anche degli altri plessi per un periodo di quattro giorni salvo eventuali proroghe concordate con le strutture sanitarie“.