Previsioni Meteo Aeronautica Militare, violento ciclone sull’Italia: maltempo diffuso con neve e forti venti, il bollettino fino al 31 marzo

Forte ondata di maltempo in atto: le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare per oggi, domani e i prossimi giorni in Italia

MeteoWeb

L’Italia è alle prese con una forte ondata di maltempo, che sta portando neve, forti venti e piogge sulla penisola. Ma il maltempo continuerà anche nei prossimi giorni. Ecco le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare per oggi, domani e i prossimi giorni in Italia.

Oggi, 25 marzo

Al Nord: al primo mattino addensamenti compatti sull’Emilia-Romagna con precipitazioni isolate sui settori orientali e nevicate fino a bassa quota a ridosso dell’Appennino; cielo irregolarmente nuvoloso sui settori occidentali e Lombardia, poco nuvoloso o velato per nubi medio-alte sul resto del Settentrione. Nel corso della mattinata aumento della nuvolosità soprattutto su regioni occidentali e sulle aree alpine e prealpine.Dal pomeriggio deboli nevicate a carattere sparso sui rilievi sia alpini e prealpini che appenninici al di sopra dei 400 metri.

Centro e Sardegna: cielo molto nuvoloso o coperto sulle regioni adriatiche, con precipitazioni sparse, i fenomeni risulteranno nevosi oltre i 500 metri; sul resto del Centro inizialmente poche nubi, ma nuvolosità in progressivo aumento nel corso del giorno a partire dal Lazio meridionale in estensione alle restanti zone. Le precipitazioni nella prima parte del giorno saranno del tutto isolate e interesseranno Umbria e le aree interne di Toscana e Lazio,con deboli nevicate al di sopra dei 500 metri.Dalla sera poi piogge sparse dal lazio si estenderanno alle restanti regioni tirreniche Umbria e Sardegna.

Sud e Sicilia: al mattino nuvoloso su Molise, aree interne della Campania e sulla Puglia garganica ma con scarsa possibilita di fenomeni; cielo molto nuvoloso o coperto su Sicilia e Calabria, con piogge diffuse e locali temporali e con nevicate lungo l’area appenninica oltre i 600 metri; estesa nuvolosità medio-alta sul resto del Meridione. Dal pomeriggio estensione della nuvolosità compatta dalla Sicilia e Calabria al resto delle regioni con precipitazioni che si fanno diffuse e localmente temporalesche sulla Calabria mentre i fenomeni saranno sparsi sul resto del settore meridionale.

Temperature: minime in diminuzione su Sicilia, bassa Calabria e sul nord-ovest, stazionarie o in lieve aumento sul resto del paese; massime in diminuzione anche sensibile su Sicilia e Calabria, in diminuzione meno marcata sul nord-est, Emilia-Romagna e aree alpine occidentali, in aumento sul resto del Centro-sud, con l’esclusione di Toscana e Sardegna, stazionarie altrove. Venti: forti nordorientali sulle aree costiere adriatiche settentrionali, pianura padana orientale e sulle Marche; da moderati a forti sempre nord orientali sul resto dell’Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, alto Lazio e Sardegna; forti orientali, con raffiche fino a burrasca forte, su Sicilia in estensione pomeridiana anche alla bassa Calabria. Da deboli a moderati nord orientali sulle restanti regioni. Mari: da agitati a molto agitati lo stretto di Sicilia e lo Ionio occidentale; da molto mossi ad agitati l’Adriatico centrosettentrionale, mare e canale di Sardegna, il Tirreno occidentale, il resto dello Ionio; da mossi a molto mossi i restanti mari.

Domani 26 marzo

Al Nord molte nubi ovunque con deboli precipitazioni nevose sui relativi rilievi alpini e appenninici oltre i 400-500 metri, più diffuse su Alpi occidentali e Appennino emiliano-romagnolo; dal pomeriggio quota neve in risalita pomeridiana fino ai 1000-1200 metri sulle aree alpine e fino ai 600-700 metri su quelle appenniniche. Centro e Sardegna: cielo molto nuvoloso o coperto con associate precipitazioni sparse, più diffuse sulla Sardegna nordorientale e sul settore peninsulare adriatico, con fenomenologia che risulterà anche intensa tra Abruzzo e Marche meridionali; nevicate sulla dorsale appenninica, oltre i 500 metri, ma con quota neve in deciso aumento nel corso della giornata fino a 1300-1500 metri.  Sud e Sicilia: moderato maltempo con fenomeni convettivi associati, diffusi su Molise e regioni ioniche peninsulari, anche di forte intensità su Sicilia, Calabria, Basilicata e Molise, e con quantitativi che sono attesi molto abbondanti sul settore ionico calabrese. Neve al primo mattino sulle cime maggiori della Calabria.

Temperature: minime senza variazioni di rilievo sulla pianura piemontese, Friuli-Venezia Giulia orientale, Appennino tosco-emiliano e Sardegna; in flessione sul restante settentrione; aumento altrove, più marcato al Sud peninsulare; massime in rialzo sui rilievi alpini centrorientali, Appennino centrale e al sud peninsulare; in diminuzione su pianura lombarda, Emilia, Sardegna nordorientale e Sicilia meridionale; stazionarie altrove. Venti: deboli variabili sulle aree alpine e prealpine; da moderati a forti altrove, dai quadranti settentrionali sul resto del Nord e al Centro; occidentali sulla Sicilia e dai quadranti orientali sul rimanente Meridione. Attese raffiche di burrasca o burrasca forte su Liguria, coste nord adriatiche, Liguria, Toscana, Umbria, alto Lazio, restanti aree appenniniche centrali e su tutto il Sud. Mari: da agitati a molto agitati lo stretto di Sicilia fino al pomeriggio, lo Ionio fino a sera e il basso Tirreno da fine giornata; molto mosso il canale di Sardegna. Da molto mossi ad agitati i restanti mari.

Prossimi giorni

Venerdì 27 marzo al Nord cielo molto nuvoloso o coperto con deboli precipitazioni nevose su Alpi occidentali, Liguria, rilievi dell’Emilia-Romagna, a partire dai 700-800 metri, ma con quota neve in rapida risalita fino ai 1200 metri; qualche pioggia attesa al mattino sulle restanti zone emiliano-romagnole. Dal pomeriggio tendenza ad attenuazione dei fenomeni. Centro e Sardegna: molte nubi compatte su Sardegna nordorientale e regioni adriatiche con precipitazioni diffuse, specie sull’Abruzzo, ma in attenuazione dalle ore serali; nevicate sulle aree appenniniche abruzzesi oltre i 1300-1500 metri. Sul resto del centro nuvolosità irregolare, a tratti intensa nella prima parte della giornata, con occasionali deboli piogge o rovesci in assorbimento serale. Sud e Sicilia: condizioni di moderato maltempo con associate precipitazioni diffuse su regioni tirreniche peninsulari e Molise, ma in attenuazione dalla sera con schiarite su Campania e Basilica tirrenica; attese deboli piogge o rovesci fino alle prime ore serali anche sul resto del Meridione. Nevicate fino al pomeriggio sulle cime di Calabria e Sicilia nordorientale oltre gli 800-1000 metri. Temperature: minime in deciso aumento al centro-nord peninsulare, più contenuto su Sardegna, Molise, Campania centrosettentrionale e nord Puglia; in calo su Calabria e Sicilia; stazionarie altrove; massime senza variazioni su bassa Sardegna, Lazio meridionale, nord Campania, Basilicata e Calabria; in rialzo sul resto del paese, più deciso al centro-nord peninsulare. Venti: deboli variabili sulle aree alpine e prealpine; da moderati a forti dai quadranti settentrionali sul resto del Nord e al Centro, e da quelli meridionali al Sud; attese raffiche di burrasca o burrasca forte sulle relative coste nord adriatiche e sulle regioni tirreniche, ma in attenuazione da fine giornata sulle zone peninsulari. Mari: da agitati a localmente molto agitati i mari attorno alla Sardegna; molto mossi lo Ionio e l’Adriatico centromeridionale con attenuazione del moto ondoso su quest’ultimo dalla sera; da molto mossi ad agitati i restanti bacini, con tendenza a divenire molto mossi.

Sabato 28 marzo: iniziale nuvolosità diffusa su tutte le regioni con precipitazioni sparse su Sardegna, Lazio, Abruzzo e al Meridione, ma con fenomeni in attenuazione dalle ore serali; schiarite dal pomeriggio sulle aree pianeggianti del Nord, Toscana orientale, Marche, Umbria e alto Lazio.

Domenica 29 marzo: nuovo generale aumento della copertura con nevicate sulle Alpi e debole fenomenologia ma diffusa sulle regioni centromeridionali specie del settore tirrenico, comunque in riduzione serale, eccezion fatta per l’area sicula.

Lunedì 30 e martedì 31 marzo: condizioni di generale maltempo con associate precipitazioni da sparse a diffuse, più concentrate e frequenti sulle regioni alpine.